Attualità

Quasi tutta Italia verso “zona gialla”: per chi è previsto il cambio colore

nuovo dpcm
In tanti attendono i nuovi cambi colori per le Regioni. La maggior parte di queste, al momento, si trova in fascia gialla e in tale potrebbe rimanere. Ma la Sicilia? Di seguito la situazione, area per area.

Come ogni venerdì, oggi si terrà il nuovo monitoraggio dell’Iss e saranno firmate le ordinanze che decreteranno, in alcuni casi, un cambio colore per le Regioni. I nuovi passaggi verranno attuati dalla prossima settimana: chi coinvolgeranno?

Regioni che potrebbero essere in zona gialla

Molte Regioni si trovano già in zona gialla, altre invece sperano di passarci. Di seguito, le Regioni che, già da lunedì, potrebbero mantenere o ottenere maggiori libertà. 

  • Abruzzo: tale Regione avrebbe tutti i requisiti per rimanere in “zona gialla”, poiché non si registra un aumento dei casi e nella giornata di giorno 5 maggio (dopo mesi) non sono stati registrati decessi;
  • Basilicata: tale  Regione sembrerebbe potrebbe passare da zona arancione a zona gialla per via di un indice Rt inferiore a 1;
  • Bolzano (provincia autonoma): dovrebbe rimanere in zona gialla;
  • Calabria: la Regione, dopo diversi mesi, potrebbe aggiudicarsi il giallo. Di fatto, negli ultimi giorni vi è stato un calo notevole di contagi e di ricoveri negli ospedali;
  • Emilia Romagna: tale regione potrebbe mantenersi in zona gialla;
  • Friuli-Venezia-Giulia: essa dovrebbe mantenere il giallo poiché i dati relativi ai contagi lo permettono;
  • Lazio: si andrebbe verso la conferma del giallo, poiché il valore Rt è inferiore a 1;
  • Liguria: per tale Regione  si va verso la conferma del giallo, poiché non vi è stato un aumento del contagi;
  • Lombardia: in tale Regione la situazione è in costante miglioramento: per tale ragione, non si esclude che rimarrà in zona gialla;
  • Marche: la situazione  appare stabile, infatti, molto probabilmente potrebbe mantenersi il colore giallo;
  • Molise:  i dati spingono a credere che questa Regione possa restare in “zona gialla”;
  • Piemonte: dal pre-report sembrerebbe che la regione manterrà il giallo poiché non vi sono stati numeri da escluderla da tale fascia;
  • Puglia: tale regione spererebbe un passaggio da zona arancione a zona gialla poiché nell’ultima settimana vi è stato un calo importante di contagi;
  • Toscana: tale regione potrebbe mantenere il giallo;
  • Trento (provincia autonoma): potrebbe essere riconfermato il giallo. Di fatto ieri, per il terzo giorno consecutivo, non sono stati registrati decessi;
  • Umbria: in tale Regione si pensa ad una conferma del giallo;

Regioni che potrebbero essere in zona arancione

  • Campania: attualmente tale Regione è in bilico e non si escluderebbe del tutto il passaggio dal giallo all’arancione già dalla prossima settimana. Infatti, l’ultimo bollettino ha indicato un calo delle vittime ma, allo stesso tempo, un aumento di contagi:
  • Sardegna: andrebbe riconfermato il colore arancione per l’isola.
  • Valle D’Aosta: tale Regione è l’unica che attualmente si trova in zona rossa e potrebbe, dalla prossima settimana, passare in zona arancione poiché vi è stato un calo dei contagi nell’ultima settimana;
  • Veneto: appare incerta la situazione del Veneto, infatti la Regione che attualmente si trova in zona giallo potrebbe passare in arancione poiché l’indice Rt è al limite.

La situazione in Sicilia

La Sicilia, attualmente si trova in zona arancione i dati registrati nell’ultima settimana fanno ancora sperare in un passaggio in zona gialla, dopo settimane di restrizioni. Di fatto,  l’isola, nell’ultima settimana ha registrato un indice Rt inferiore ad 1.

Tuttavia, secondo la normativa vigente, tale indice dovrebbe mantenersi costante ed inferiore ad 1 per almeno due settimane consecutive. Le sorti della Sicilia, di conseguenza, restano ancora incerte e per avere delle certezze bisognerà attendere le prossime ore.

Sicilia zona gialla da quando? Domani il nuovo monitoraggio

Rimani aggiornato