News

Sicilia zona gialla da quando? Domani il nuovo monitoraggio

Sicilia zona gialla
Domani vi saranno i nuovi cambi di colore per le Regioni italiane. Ma Sicilia zona gialla da quando? Di seguito, gli ultimi dettagli da non sottovalutare.

Domani chi abita in Sicilia saprà se è davvero arrivato il momento di uscire dalla zona arancione, in vigore ormai da numerose settimane.

Di fatto, nelle prossime ore avrà luogo il consueto monitoraggio settimanale e le firme delle nuove ordinanze.  La Sicilia zona gialla è una possibilità concreta? Di seguito, alcuni fattori che non vanno sottovalutati.

Migliorano i dati legati alla pandemia

Va considerato che i dati legati alla pandemia appaiono più favorevoli rispetto a quelli registrati nelle settimane precedenti.

Nella giornata di ieri sono stati registrati 782 nuovi casi e l’incidenza per 100mila abitanti è pari a 125. Tale numero è inferiore alla media nazionale che è di 127.

Inoltre secondo quanto riportato da Il Giornale di Sicilia, nel corso dell’ultima settimana, gli ospedali avrebbero registrato  un calo di ricoveri. La situazione appare meno critica anche nella terapie intensive dove vi è stato un calo dell’occupazione dei letti al 18% (negli altri reparti al 29%).

Alcuni comuni in zona rossa

Nonostante il calo consistente dei contagi, alcune zone della Sicilia sono ancora classificate come “ad alto rischio” e, per tale motivo, rientrano tra le attuali zone rosse. Ieri, per esempio, il Presidente della Regione Nello Musumeci ha disposto la zona rossa per tre nuovi comuni siciliani: Bolognetta, Santa Cristina Gela e San Cipirello. 

Inoltre, sono scattate proroghe per alcuni Comuni già in zona rossa. Questi sono:

  • Baucina;
  • Belmonte Mezzagno;
  • Giardinello;
  • Mezzojuso;
  • Termini Imerese;
  • Cefalù;
  • Gela;
  • Mineo;
  • Cerami;
  • Fiumedinisi;
  • Lampedusa e Linosa.

Sicilia zona gialla da quando? Domani la conferma

Va poi considerato che, secondo i dati registrati nelle ultime settimane e durante la settimana compresa tra il 26 aprile ed il 2 maggio, la Sicilia avrebbe registrato un indice Rt inferiore ad 1 e dunque per tale motivo potrebbe entrare in zona gialla già dalla prossima settimana.

Ma potrebbe risultare necessario registrare per almeno due settimane consecutive un indice di contagio Rt al di sotto della soglia critica di 1 (come previsto dalla normativa vigente): in tal caso, il passaggio potrebbe slittare ancora.

Inoltre, nelle scorse ore, il Presidente della Regione Nello Musumeci non si è mostrato particolarmente ottimista a riguardo.

 “La Sicilia rischia di rimanere in arancione – ha ammesso – . Temo che il dato di Palermo condizioni tutta la regione”. 

Tuttavia, bisognerà attendere domani per esser certi di ciò che accadrà dal prossimo 10 maggio.

Sicilia zona gialla quando? Musumeci: “Rischia di rimanere arancione”

Rimani aggiornato