Eventi

Tornano le Giornate FAI di Primavera: oltre 600 aperture in tutta Italia

Le Giornate FAI di Primavera sono alle porte: molti luoghi siciliani aderiranno all'iniziativa ormai celebre.

Torna uno degli appuntamenti più amati da italiani, e non solo: le Giornate Fai di primavera. L’iniziativa a cura di FAI (Fondo Ambiente Italiano), è in programma sabato 15 e domenica 16 maggio, nel pieno rispetto delle norma anti-Covid.

Oltre 600 aperture in 300 diverse città tra cui: ville e parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti, orti botanici, percorsi naturalistici da godersi anche in bicicletta, itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni.

Le giornate FAI

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro tra la Fondazione e la gente, sono anche un importante evento di raccolta fondi: prendervi parte permetterà infatti di sostenere la missione del FAI in un momento particolarmente delicato.

Per farlo, il pubblico potrà effettuare una donazione libera – del valore minimo di 3 € – e anche sottoscrivere l’iscrizione annuale online oppure in piazza durante la manifestazione. La donazione online consentirà di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti disponibili saranno limitati. Sarà possibile anche effettuare una donazione tramite sms al 45586. Il numero sarà  attivo dal 6 al 23 maggio 2021.

Luoghi in Sicilia

I luoghi di interesse aperti in Sicilia nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 maggio sono attualmente i seguenti:

  • Giardino della Kolymbethra – lab. sul mondo delle alpi, Agrigento;
  • Officina della tradizioni popolari siciliana, Agrigento;
  • Baia di Mollarella, Licata (AG);
  • Chiesa collegiata di San Pietro e Paolo, Castelvetrano (TP);
  • Chiesa Madre, Castelvetrano (TP);
  • Palazzo dei Principi Tagliavia – D’Aragona – Pignatelli, Castelvetrano (TP);
  • Teatro Selinus, Trapani;
  • Chiesa del Carmine, Trapani;
  • Biblioteca Comunale, La Rocca, Agrigento;
  • Boschetto della Maddalena, Agrigento;
  • Casera Carabinieri “Biagio Pistone”, Agrigento;
  • La Masseria Santa Barbara e i suoi giardini, Caltanissetta;
  • Passeggiata tra le Mura Federiciane, Gela (CL);
  • I resti di una Villa Ellenistica a Caposoprano, Gela (CL);
  • Aci GreenWay, percorso ciclopedonale lungo  un tratto di ferrovia dismesso all’interno della riserva naturale orientata della “Timpa”, Acireale (CT);
  • Melilli (SR);
  • Da Convento Francescano a Caserma dei Carabinieri, Nicosia (EN);
  • Giardino Garibaldi, Piazza Armerina (EN);
  • Il Villaggio di Pergusa, Enna;
  • Forte Ogliastri, Messina;
  • L’Antico Quartiere Militare di San Giacomo degli Spagnoli, Palermo;
  • Giardino Pantesco Donnafugata, Isola di Pantelleria (TP);
  • Erice, Mura Elimo-Puniche, Erice (TP);
  • Sala della Memoria presso Ex Stazione dei Carabinieri, Ispica (RG);
  • Stazione dei Carabinieri di Ragusa Ibla – Ex Scuderie, Ragusa;
  • Santa Panagia, Siracusa;
  • Villa Araba, Marsala (TP);
  • Alcamo, la Città Murata: tracce e tracciati, Alcamo (TP);
  • Casa Pucci, Erice (TP);
  • Chiesa di Santa Caterina, Erice (TP).

Rimani aggiornato