News

Ponte sullo Stretto, Falcone: “Il Ministero ci dà ragione”

Ponte sullo Stretto di Messina, progetto
In seguito all'esclusione del Ponte sullo Stretto dal Recovery Plan, l'assessore Falcone chiede che non si perda ulteriore tempo e si facciano partire i lavori.

L’esclusione del Ponte sullo Stretto di Messina dal Recovery Plan ha creato più di qualche malumore all’interno del governo siciliano e dell’opinione pubblica. Dell’opera infrastrutturale, infatti, si parla ormai da decenni, ma senza che si sia mai riusciti a far partire i lavori, sebbene il progetto sia pronto e sia stato approvato da tecnici ed esperti.

Nel frattempo, però, la condizione di insularità della Sicilia causa la perdita di miliardi di euro ogni anno, rendendo sempre più netto e preoccupante lo svantaggio dei lavoratori siciliani rispetto a quelli del resto del Paese. Per questa ragione l‘assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, chiede che non si perda ulteriore tempo.

Le ultime notizie che giungono da Roma – ha dichiarato l’assessore, commentando le notizie sull’esito dei lavori della Commissione ministeriale istituita per esaminare la questione dell’attraversamento stabile dello Stretto di Messina – ci danno ragione. La Commissione di esperti, istituita dall’ex ministro De Micheli, conferma quello che sosteniamo da sempre, cioè la bontà del progetto già esistente del Ponte sullo Stretto come unica strada per scrivere una nuova storia di Sicilia e Sud Italia. Per altro verso, l’ipotesi alternativa di Italferr del ponte a tre campate, ancorché valida e ritenuta fattibile, sarebbe, però, tutta ancora da impostare“.

Ecco perché dobbiamo partire subito dal progetto di Eurolink che WeBuild, assieme a Sicilia e Calabria, si è detta pronta a realizzare da subito. Un progetto chiavi in mano, già munito dei necessari pareri e relative autorizzazioni. Il governo Musumeci chiede che non si perda più tempo, facendo anche appello alla chiara maggioranza pro-Ponte presente in Parlamento. Oggi ci sono tutte le condizioni per passare dalle parole ai fatti“.


Ponte sullo Stretto, Musumeci: “Pronti a farlo da soli, non siamo una colonia”

Rimani aggiornato