Attualità

Sicilia, due nuovi comuni diventano zona rossa: quali sono

sicilia zone rosse
Sicilia, altri due comuni diventano zona rossa: e a rischio ce ne sono altri nella provincia di Agrigento e di Siracusa.

I numeri dei comuni siciliani destinati a diventare zona rossa non si ferma. Dopo Ramacca, Castel di Iudica, Messina e Milena, questa volta tocca a Ravanusa in provincia di Agrigento e a Santa Flavia a Palermo. La zona rossa scatterà da mercoledì 13 gennaio e sarà valida fino al 31 gennaio. Salgono così a 7 i comuni che si vestono di rosso dopo le feste natalizie. L’allerta è stata proclamata dal Presidente della regione Sicilia Nello Musumeci, con la collaborazione dell’assessore regionale alla salute Ruggero Razza.


Sicilia tra zona rossa e zona arancione: picco di contagi in alcune province


Dopo aver esaminato le relazioni e i dati dell’Asp e aver interpellato i sindaci dei due comuni interessati, il governo regionale ha deciso di chiudere i due comuni in via preventiva per tutelare la salute pubblica, per evitare di favorire la nascita di nuovi focolai che potrebbero accelerare il contagio. Allo stesso tempo, Capizzi in provincia di Messina, che era stata proclamata zona rossa dal Presidente della regione lo scorso 4 gennaio, continuerà ad esserlo. Ravanusa e Santa Flavia resteranno zone rosse fino al 31 gennaio, invece, lo status di Capizzi sarà valido fino al 25 gennaio, in attesa di ulteriori aggiornamenti sulla curva dei contagi.

Il boom dei positivi sembra non arrestarsi in più città siciliane. Ci sono anche altri comuni dell’isola che rischiano di essere chiusi, in particolar modo nell’hinterland di Agrigento e di Siracusa. Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e presidente dell’Anci, invita il presidente Musumeci ad estendere la zona rossa anche a Palermo e a Catania, città dove il numero dei contagi resta ancora alto.


Sicilia, Orlando: “Chiedo zona rossa almeno per capoluoghi”

Speciale Test Ammissione