Altro

Bonus matrimonio: entro quando richiedere il contributo di 3 mila euro

bonus matrimonio
Bonus matrimonio: il contributo pensato per le coppie potrà essere richiesto ancora per pochi giorni. Tutti i requisiti e le spese ammissibili.

Avete mai sentito parlare di Bonus matrimonio? Esiste, di fatto, un incentivo economico riservato alle coppie siciliane che desiderano sposarsi ma che, magari, temono di farlo per via del così incerto periodo storico.

La misura contributiva di incentivo alle nozze è stata approvata negli scorsi mesi dalla giunta regionale presieduta dal presidente Nello Musumeci. Successivamente la Regione  ha fornito tutti i dettagli sul Bonus matrimonio. Ecco quali sono.

La somma prevista

Il Bonus matrimonio è un incentivo utile alle coppie desiderose di coronare un sogno: il matrimonio. A quanto ammonta? Il bonus, che rientra tra le misure volte ad attenuare gli effetti della crisi da Covid-19, si attesta sulla cifra di 3.000 euro per coppia. 

I requisiti richiesti

Si esplicita, tuttavia, che il Bonus matrimonio non spetta a chiunque.  Questo, di fatto, sarà riservato a futuri sposi che decideranno di celebrare e festeggiare le proprie nozze in Sicilia tra  il 15 settembre 2020 e il 31 luglio 2021.

A cosa servirà?

Il Bonus matrimonio è utile a coprire, seppur solo in parte, le spese per le proprie nozze.

Saranno considerati valevoli di contributo tutti i matrimoni religiosi, civili e le unioni civili. Per cosa potrà essere usata la somma? Si esplicita che con questo aiuto i futuri coniugi potranno pagare:

  • le spese di pubblicazione matrimonio;
  • partecipazioni/inviti;
  • fornitura fiori;
  • parrucchieri e estetisti;
  • acquisto di anelli nuziali;
  • abbigliamento;
  • vettura;
  • affitto sale/locali e catering;
  • fotografo;
  • intrattenimento musicale;
  • regali per i testimoni;
  • spese di agenzie viaggi per la luna di miele.

Modalità di richiesta

Resta poco tempo per richiedere il contributo con cui la Regione tenterebbe anche di combattere un fenomeno assai diffuso e dovuto alla pandemia: l’annullamento dei matrimoni.

Gli interessati dovranno inviare la richiesta del contributo entro e non oltre il prossimo 1 dicembre ed all’Assessorato regionale della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro assessorato dell’economia. Si precisa che, una volta attestata l’idoneità alla richiesta, il contributo sarà erogato solo previa esibizione da parte di uno dei due coniugi delle fatture legate alle spese ammissibili.