Attualità

Sicilia zona arancione, Musumeci: “Decisione alimenta sospetti”

nello musumeci
Il Governo ha deciso che da domani la Sicilia diverrà zona arancione. Il presidente Musumeci guarda a tale scelta con sospetto ma si dice pronto ad un dialogo con Roma: si auspica che questo possa comportare anche una modifica del provvedimento.

Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, torna a parlare di quanto deciso nelle scorse ore dal Governo. Di fatto, il governatore, in diretta su RaiNews24, si è detto contrario alla scelta di fare della Sicilia una “regione arancione”.

Se volessimo potremmo ricorrere alla giustizia amministrativa, ma serve dialogo, confronto, chiarezza. Basta guardare la comparazione con altre regioni, per capire come la dichiarazione di arancione per la Sicilia sia assolutamente immotivata – ha sostenuto il presidente Musumeci- . Eravamo assolutamente convinti che saremmo stati inseriti nella fascia gialla,  altre regioni che potevano stare al posto nostro, sono invece gialle e questo alimenta sospetti. Tutte le zone penalizzate sono regioni che appartengono al centrodestra. Non ho la certezza, ma il sospetto sì“.

Il presidente ha chiesto ancora una volta al governo nazionale una modifica del provvedimento.

Chiedo al governo nazionale di ripensarci – ha ribadito nuovamente Musumeci- e siamo convinti che sulla base di un confronto sereno, la Sicilia avrà il suo giusto posto”.

Si esplicita inoltre che, nel corso della giornata di oggi avrà luogo un importante confronto tra Ruggero Razza, assessore alla Salute, ed il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. Tale incontro dovrebbe servire a comprendere le ragioni delle ultime disposizioni messe in campo, in vigore da domani.