Società

Truffa online con sito falso della Polizia: ecco come funziona

L'avviso della Polizia di Stato sul proprio sito: la truffa online cercherebbe di estorcere denaro tramite un falso sito della Polizia.

Blocco del PC e multa da pagare: così un pop-up del sito della Polizia di Stato potrebbe aprirsi mentre si naviga su Internet, chiedendo di pagare per aver visitato siti con contenuto pedo-pornografico; in alternativa, si procede l’arresto. Ma il tutto ha un verità di fondo: è una truffa.

A segnalare la truffa è la stessa Polizia di Stato che sul suo sito – quello vero – raccomanda alla prudenza tutti i cittadini che navigano su Internet. Nella stessa pagina-fake, spunterebbe una sezione in cui mettere i propri dati anagrafici e quelli della carta di credito, così per poter procedere con l’estorsione di 610 euro di multa.

Si tratta di un tentativo di truffa per il quale vi invitiamo ad inviarci una segnalazione sul sito della Polizia postale – scrive la Polizia di Stato –. Ricordiamo che le Forze di polizia per incassare multe o altri pagamenti si avvalgono dei comuni sistemi di riscossione e non minacciano gli utenti. Qualora foste vittime di questo tentato raggiro, mantenete la calma, spegnete il dispositivo che state utilizzando e, alla riaccensione, fate una scansione con un aggiornamento dell’antivirus“.