Attualità

Coronavirus in Sicilia: le ultime notizie sui contagi

Coronavirus test tampone
Coronavirus in Sicilia, le ultime notizie sui contagi: tra i casi più preoccupanti quelli della chiusura di una discoteca, di un positivo che ha viaggiato su pullman e sul dipendente di un ristorante di Catania. Tutti i positivi sono stati individuati, ma molte persone sono entrate in contatto con loro.

Per nulla incoraggianti le ultime notizie sulla situazione epidemica della Sicilia. Nelle ultime 24 ore sono aumentati i numeri dei contagiati, con casi che destano preoccupazione e allarmano le autorità competenti circa le misure da attuare per contenere il numero dei contagiati.

Discoteca chiusa a Trapani

Circa 800 persone ammassate, senza alcun DPI e distanziamento sociale. Questo è ciò che si sono trovati davanti i carabinieri di Custonaci dentro una discoteca chiamata Cocos, tra martedì e mercoledì notte. Il locale è stato chiuso per cinque giorni dato il mancato rispetto della recente ordinanza regionale 3 del 9 agosto scorso. La norma prevede per le sale da ballo un tetto di presenze non superiore al 40% della capienza massima e ha ribadito l’obbligo nell’uso della mascherina sia negli ambienti interni che esterni.

Positivo su un autobus

Un centinaio di persone su un autobus in potenziale contatto con una persona risultata poi positiva. È successo tra il 27 luglio e l’8 agosto scorso, a bordo di un pullman della linea Segesta in servizio da Trapani a Palermo e viceversa. A renderlo noto il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Trapani che ha diramato un’informativa in cui si chiede a chi si trovasse sul veicolo di mettersi in quarantena volontaria in attesa di essere contattati dall’ASL per le verifiche del caso.

Positivi dipendente di un ristorante

A Catania sono risultati positivi un dipendente del noto ristorante Cutilisci. Si era diffusa, tramite la pagina Facebook del ristorante, la notizia di un dipendente positivo: “A tutela della sicurezza dei nostri clienti e dei nostri lavoratori resteremo chiusi nei prossimi giorni. Uno dei nostri collaboratori è risultato positivo al tampone Covid-19.

È una decisione difficile per tutti, ma convinti di mettere la salute al primo posto, riapriremo quando potremo farlo in assoluta sicurezza. In accordo con l’Asp abbiamo attuato subito le procedure di prevenzione e sicurezza: sanificazione degli spazi e tampone per tutto lo staff e per tutte le persone vicine allo stesso.

Sicuri della vostra comprensione, vicinanza e supporto, vi aspetteremo alla riapertura per godere insieme del cibo, del mare e della bella gente”.