Scuola

Inizio scuola in Sicilia 2020: quando e come si tornerà sui banchi

banchi scuola
Inizio scuola in Sicilia 2020: già stabilito il calendario con le date delle interruzioni della didattica in base alle festività nazionali.

Inizio scuola in Sicilia 2020: nell’Isola, la scuola ripartirà il 14 settembre. L’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla ha già firmato il decreto sul calendario scolastico 2020/2021. C’è, dunque, l’ufficialità: si torna in classe e sono già state stabilite le date per tutto il prossimo anno scolastico. Vediamo i dettagli.

Inizio scuola in Sicilia 2020: le date

Come anticipato, le lezioni ripartiranno lunedì 14 settembre, per concludersi – salvo situazioni straordinarie o emergenze di sorta – dopo 208 giorni (207, se la festa del santo patrono cade in un giorno di lezione) martedì 8 giugno 2021. A livello regionale, sono già state fissate le principali date che scandiranno l’anno scolastico.

Per le scuole dell’infanzia, le attività scolastiche si concluderanno il 30 giugno e dal 9 giugno funzioneranno le sezioni che accolgono i bambini che continuano a frequentare la scuola, con la possibilità di turnare per le maestre.

In Sicilia, le vacanze di Natale inizieranno lunedì 21 dicembre e si protrarranno fino al 6 gennaio, per una durata di 18 giorni in tutto. La sosta per la Pasqua è prevista dall’1 al 5 aprile 2021.

Non sono previste interruzioni ulteriori a quelle del calendario nazionale: 1° Novembre (Ognissanti), che cade di domenica, 8 dicembre (Immacolata concezione), 25 aprile (festa della Liberazione), anche questa di domenica, sabato 1° maggio (festa dei Lavoratori) e 2 giugno (festa della Repubblica), a cui si aggiunge la festa del santo patrono. Il 15 maggio l’Autonomia regionale si festeggerà in classe approfondendo lo Statuto della regione siciliana.

Come si tornerà sui banchi

A partire dal 14 settembre, l’accesso nelle classi, così come stabilito dall’assessorato regionale, sarà scaglionato e graduale per evitare assembramenti e mantenere sotto controllo la situazione epidemiologica, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio stabilite a livello nazionale e regionale.

Nel caso, infine, in cui non si dovessero svolgere delle lezioni, queste dovranno essere recuperate (di regola), eccezion fatta per eventi straordinari, che potrebbero modificare il corso degli eventi per tutto l’anno scolastico in questione.