Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Ripam, 92 posti per laureati: requisiti e scadenze

Concorso Ripam ministero dell'Ambiente
Foto archivio.
Concorso Ripam: sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando di concorso pubblico per 92 unità di personale. Info su posti, scadenze e requisiti.

Concorso Ripam, sono 92 i posti disponibili per unità di personale non dirigenziale da assumere a tempo pieno ed indeterminato. Il concorso pubblico, la cui selezione avverrà per titoli ed esami, riguarderà dipendenti dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) e del ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm). L’avviso viene dal ministero dell’Ambiente stesso, che ha pubblicato una nota al riguardo lunedì 8 giugno.

Concorso Ripam: la suddivisione dei posti disponibili

Dei 92 posti disponibili per il concorso Ripam, 60 in totale riguarderanno l’Aics. Dall’Agenzia per la cooperazione allo sviluppo si ricercano, in particolare, 20 tra personale nel ruolo di funzionario amministrativo contabile nei settori giuridico, legale e contenzioso, pianificazione e budget; contratti, gare ed appalti. Altri 40 posti, invece, copriranno il ruolo di funzionario tecnico professionale.

I funzionari tecnici lavoreranno in svariati settori all’interno del Ministero. Nello specifico, verranno impiegati nei settori promozione e comunicazione, programmazione e sviluppo economico, infrastrutture (ingegneria e architettura), salute, protezione sociale e gender (sviluppo umano), sviluppo rurale, patrimonio culturale, diritti umani e migrazione, educazione e formazione, statistica, finanza, sicurezza alimentare, partenariati pubblico privato, ambiente e informatica.

Gli altri 32 posti, invece, riguarderanno il Mattm. Qui si ricercano prevalentemente funzionari amministrativi esperti in relazioni internazionali.

Bando Ripam: requisiti e scadenze

Oltre ai requisiti generali, il bando prevede il possesso, a seconda della posizione a cui si è interessati, di uno dei seguenti titoli di studio: laurea, diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale. Per quanto riguarda l’invio della domanda, invece, gli interessati dovranno inoltrarla in forma esclusivamente telematica attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid). Bisognerà compilare, in questo caso, un modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019“, disponibile sul sito ufficiale della Commissione interministeriale Ripam. La scadenza prevista per la compilazione è sabato 20 giugno.

Infine, per quanto riguarda l’esame del concorso al Ministero Ambiente, sono previste tre prove in tutto. Una prova preselettiva, che si attiverà in automatico qualora il numero di candidati superi una certa soglia, una prova scritta e una orale. Per maggiori informazioni, si raccomanda di consultare il sito ministeriale e il bando di concorso pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Scarica il bando di concorso del Ministero dell’Ambiente