Eventi

Giornata mondiale della Biodiversità: un patrimonio a rischio e da proteggere

Oggi si celebra la Giornata Internazionale per la Biodiversità, proclamata dalle Nazioni Unite. Il tema di quest'anno è "Il nostro cibo, la nostra salute e la nostra biodiversità".

Il 22 Maggio del 1922 è avvenuta l’adozione del testo della Convenzione per la Diversità Biologica e, da allora, le Nazioni Unite hanno proclamato la giornata odierna come la Giornata Internazionale per la Biodiversità.

La Convenzione sulla Biodiversità ha lo scopo di promuovere azioni che porteranno ad un futuro sostenibile ed è un trattato internazionale giuridicamente vincolante con tre principali obiettivi: conservazione della biodiversità, uso sostenibile della biodiversità, giusta ed equa ripartizione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse genetiche. Questa giornata serve, quindi, a ricordarci quanto sia preziosa la varietà di animali, piante e microorganismi che costituiscono il nostro pianeta.

Giornata Mondiale della Biodiversità: il tema del 2020

La Giornata Internazionale della Biodiversità di quest’anno, in particolare, è dedicata al tema “Il nostro cibo, la nostra salute e la nostra biodiversità”. Lo scopo è quello di sensibilizzare sullo stato della biodiversità mondiale per l’alimentazione e l’agricoltura, sull’impatto che la mancanza di tutela della natura può avere sulla nostra alimentazione e sulle piccole azioni che ognuno di noi può fare, ogni giorno, per proteggere, curare e valorizzare la natura e i suoi preziosi benefici.

Il sistema alimentare mondiale si sta deteriorando, molte specie di cibo selvatico stanno diminuendo o, addirittura, scomparendo. Numerose tipologie di bestiame locale sono a rischio di estinzione. Senza contare il pericolo in cui si trovano gli impollinatori selvatici, così importanti per noi, come api, farfalle e pipistrelli. Inoltre, foreste, pascoli, barriere coralline e zone umide in generale,ecosistemi che hanno un ruolo fondamentale nell’agricoltura, sono messi a repentaglio.

Miliardi di persone non hanno accesso regolare ad alimenti salubri, nutrienti e sufficienti e, uno dei paradossi di questa situazione è che, a livello di intero sistema alimentare, sprechiamo circa il 50% delle calorie prodotte. Circa un terzo di ciò che viene prodotto per il consumo umano diretto diviene rifiuto e tutto ciò non è più sostenibile.

Oltre a soluzioni politiche, come la promozione di  modelli di produzione e consumo più sostenibili, il miglioramento della salute riproduttiva, la migliore gestione dei rifiuti, ci sono delle piccole cose che ognuno di noi può fare ogni giorno per contribuire  a  migliorare anche la salute globale ed aumentare la sicurezza alimentare.

Giornata Mondiale Biodiversità: alcuni consigli per proteggerla

Ecco alcune cose che puoi iniziare a fare già da oggi per sostenere la biodiversità e supportare un cambio di rotta verso un migliore sistema alimentare:

  • ridurre il consumo di carne;
  • preferire l’acquisto di cibi locali;
  • cercare di ridurre lo spreco di cibo;
  • evitare il consumo di plastiche monouso come cannucce, bottiglie e posate di plastica;
  • utilizzare sacchetti e contenitori riutilizzabili.

Si tratta di piccoli gesti che, con il tempo, contribuiranno a proteggere la biodiversità del nostro pianeta e il suo fragile equilibrio.