Attualità

Caffè e capelli costano un occhio: Fase 2 di rincari in tutta Italia

Cameriera al bar prepara caffè d'asporto
Insieme alla Fase 2 arriva anche il rialzo dei prezzi in svariati settori. Il Codacons assicura di essere pronto a denunciare in Procura qualsiasi speculazione sui prezzi a danno dei cittadini.

La Fase 2 vede sin dal suo inizio prezzi in rialzo in determinati settori e segnalazioni dei clienti al Codacons. Proprio il Codacons ha denunciato l’avvenimento da cui stanno scaturendo segnalazioni provenienti da tutta Italia.

Infatti, il rincaro non si concentra solo in alcune città, ma è un fenomeno ben esteso: a Milano il caffè espresso arriva al costo di 2 euro, a Firenze 1,70 mentre a Roma si arriva a 1,50.

Non solo i prezzi dei bar sono aumentati: i listini dei parrucchieri presentano rincari su tutti i trattamenti, aumento che potrebbe essere ricondotto ai costi di asciugamani monouso, mascherine, guanti ed altri dispositivi di protezione non previsti in precedenza.

Ma il caro prezzi riguarda anche il settore alimentare: nel mese di aprile, l’Istat ha registrato un aumento medio dei prezzi del cibo del 2,8%. Si prevede un aumento delle spese di 536 euro a famiglia.

È un vero e proprio scandalo che commercianti ed esercenti scarichino i mancati guadagni e i maggiori costi legati al Coronavirus sui consumatori finali – afferma il presidente Carlo Rienzi. Siamo pronti a denunciare in Procura qualsiasi speculazione sui prezzi a danno dei cittadini, ed invitiamo gli italiani a segnalare al Codacons rincari dei listini registrati prezzo bar, ristoranti, parrucchieri ed esercizi vari”.

Rimani aggiornato