Attualità

“Andremo al mare quest’estate”: si lavora a misure per il distanziamento

spiaggia turismo
Inizierà a breve una fase per il riposizionamento strategico dell'Italia dal punto di vista del marketing e della comunicazione. Si pensa anche alle prime normative per un distanziamento negli stabilimenti balneari.

Tra le incertezze generate dalla quarantena e dalla chiusura forzata di diverse attività, ci sono anche diversi dubbi sulla prossima stagione balneare e sulla riapertura degli stabilimenti. In Sicilia c’è un’importante economia stagionale basata proprio sulla stagione estiva. Economia che potrebbe essere fortemente incrinata dal lockdown per il Coronavirus.

La sottosegretaria del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, annuncia a Rainews una notizia tanto attesa sia dagli operatori del settore che dagli amanti del mare, che ogni estate occupano i quasi mille chilometri di costa balneabile siciliana.

“Andremo al mare questa estate – afferma la sottosegretaria -. Stiamo lavoriamo per far sì che possa essere così. Ci stiamo lavorando dal punto di vista degli atti amministrativi necessari per gli stabilimenti, immaginando una serie di normative prese con il comitato tecnico scientifico, che contemplano l’ipotesi di un distanziamento”.

Bonaccorsi ha spiegato che stanno esaminando delle misure per far sì che si possa sviluppare un turismo di prossimità che favorisca i borghi rispetto alle aree più affollate. Il sottosegretario ha parlato anche di una fase tre, in atto già a breve, per il “riposizionamento strategico dal punto di vista del marketing e della comunicazione del nostro Paese, che è sempre ai primi posti per il binomio gastronomia e cultura“.

 

 

Rimani aggiornato