Attualità

Covid-19 in Sicilia, calano i contagi: picco superato?

Finalmente anche la Sicilia comincia a intravedere, seppur ancora da lontano, una luce in fondo al tunnel. Le misure di contenimento, infatti, si stanno rivelando valide e funzionanti.

Le misure di contenimento stanno funzionando. Quelle più estreme, adottate dalla Regione Siciliana per evitare l’importazione del Coronavirus da fuori e il suo conseguente espandersi per l’Isola, ancora di più. E lo dimostra l’andamento dei casi di positività, non solo analizzato giorno per giorno, ma anche di settimana in settimana, a vedere quali grandi passi in avanti stia facendo la Sicilia nel campo del contenimento del Covid-19.

Il virus, infatti, fino ad ora sembrerebbe in discesa. Lo dimostrano i dati: si parta, ad esempio, dai tamponi effettuati poi risultati positivi. La settimana scorsa, infatti, erano ben 422. Quella precedente, invece 534: vi è un calo, dunque, dal 7,0% del totale dei casi al 6,7%. Questa percentuale, sfortunatamente, non si può anche attribuire al numero dei decessi.

Infatti, se dal 30 marzo al 5 aprile sono decedute 51 persone e durante la scorsa settimana 47, la percentuale, almeno per ora, non si dimostra attualmente in calo. Questo dato, però, si differenzia totalmente dal numero dei guariti: la settimana scorsa sono uscite dagli ospedali ben 119 persone, contro le 39 di quella precedente. Calano anche i ricoveri in terapia intensiva: 23 della settimana scorsa, contro i 5 di quella precedente.

Ultimo dato in negativo è, senza dubbio, quello dei casi d’isolamento in casa: 283 nella settimana dal 6 al 12 aprile, contro i 334 della settimana precedente. Insomma, il contenimento funziona: con la proroga delle misure restrittive, inoltre, si spera di poter azzerare, o quasi, il numero dei contagi sull’Isola.

Ciò che si spera è che, una volta ripresa una semi-normalità, i dati continuino a restare tali: ci sarà bisogno di tutto l’aiuto possibile anche da parte della popolazione, che una volta “libera” dovrà scegliere di comportarsi con più buonsenso che mai.