News

Coronavirus in Sicilia: superati i 100 casi all’Oasi di Troina

Si aggrava la situazione all'Oasi di Troina, dove i positivi salgono ancora. Il personale sanitario militare, inviato dal ministero della Difesa, è arrivato in Istituto a supporto dei sanitari.

L’IRCCS Oasi Maria Santissima di Troina è diventato un focolaio di contagio del Covid-19 e l’intera città di Troina è stata nominata “zona rossa con un’ordinanza del presidente della regione, Nello Musumeci. Sono arrivati all’Oasi sedici sottoufficiali medici della Marina e tre ufficiali medici, inviati dal ministro della Difesa per dare supporto ai sanitari.

All’interno dell’Istituto sono stati eseguiti in totale 243 tamponi, di cui 112 tamponi positivi e 131 negativi. Nei giorni scorsi si è registrato il decesso di una donna, ospite dell’Istituto, che è deceduta all’ospedale di Enna, dove era ricoverata da tre giorni. Anche il presidente dell’Oasi di Troina è risultato positivo al Coronavirus, ma ha comunicato di stare bene.

Il sindaco di Troina, Sebastiano Fabio Venezia, si trova in casa in auto-quarantena perché malato e con dei sintomi riconducibili a quelli del Covid-19. È in attesa di effettuare il tampone.

Il sindaco su Facebook ha dichiarato: “Purtroppo da stanotte ho avuto una improvvisa febbre, dolori al corpo e perdita delle forze. Ho appena fatto una TAC urgente e alcuni esami immediati e sono in attesa dei risultati. Cercando di fare il mio dovere, nei giorni scorsi sono stato purtroppo a contatto con persone risultate poi contagiate e adesso sono in attesa di fare anche io il tampone. Per adesso resisto! Fin quando le forze mi assisteranno continuerò in isolamento e da casa a gestire in prima persona l’emergenza con l’aiuto prezioso dei miei assessori e dei miei collaboratori. Vi ringrazio della vostra vicinanza e del vostro affetto”.