Film Telefilm Serie televisive

Stasera in tv: in onda “Full metal jacket” e “Joy”

Ecco la programmazione televisiva di questa sera, mercoledì 25 marzo, per trascorrere al meglio queste serate "da quarantena".

John Wick [Italia Uno, 21:26]: Dopo l’improvvisa morte della moglie, John Wick riceve da lei un ultimo regalo: un cucciolo di beagle accompagnato da un biglietto che lo esorta a non dimenticare mai come si fa ad amare. Il profondo dolore di John, però, viene interrotto quando la sua auto, una Boss Mustang del 1969, attira l’attenzione del sadico malvivente Iosef Tarasof che, nonostante il rifiuto di John, insieme ai suoi tirapiedi irrompe in casa dell’uomo per prendersi l’auto con la violenza. Il gesto della banda scatenerà quindi il risveglio di uno dei più crudeli assassini che la malavita abbia mai conosciuto: John, infatti, è stato a lungo un leggendario e feroce killer di New York, che lavorava per il padre di Iosef, il boss Viggo Tasarov. E la sua ricerca di vendetta rimetterà in moto la spietata macchina di morte che il mondo della criminalità una volta temeva.

Joy [Rai Movie, 21:10]:La turbolenta storia di Joy Mangano e della sua famiglia attraverso quattro generazioni: dall’adolescenza alla maturità, fino alla costruzione di un impero imprenditoriale che sopravvive da decenni. Tradimento, inganno, perdita dell’innocenza e pene d’amore si intrecciano sia nella vita privata sia nell’ambito professionale, scontrandosi con un mondo del lavoro che non perdona. Gli alleati diventano nemici e i nemici diventano alleati, sia dentro che fuori la famiglia, ma il lato più intimo di Joy e la sua fervida immaginazione la aiutano a superare i problemi con cui si dovrà scontrare.

Full metal jacket [Iris, 21:00]: Un gruppo di marines americani, reclute normali presto trasformati in macchine per uccidere dall’intenso e implacabile addestramento del feroce sergente Hartman, parte per il Vietnam e sperimenta nella cruda offensiva di Tet, che ha per teatro la città vietnamita di Hue, gli orrori di una guerra micidiale per entrambi gli schieramenti, da cui i superstiti non usciranno vincitori, né vinti, ma disumani e cinici professionisti di morte. Un classico di Kubrick.

King Arthur [Spike, 21:30]: L’Impero Romano è appena caduto e iniziano a formarsi i regni periferici. I cavalieri della tavola rotonda difendono il paese dai Sassoni e si affrancano dai conquistatori romani, scegliendo Artù come loro re.Clive Owen e Keira Knightley tra gli interpreti.

La morte cammina con i tacchi alti [Cine 34, 21:11]: Il padre di Nicole Rochard è stato ucciso sul treno per la Francia, poco dopo aver portato a termine un furto di diamanti. Nicole fa la spogliarellista e di quella storia non sa nulla, ma c’è qualcuno che è convinto che l’uomo prima di morire abbia affidato i diamanti alla figlia.