Calcio Catania

CALCIO CATANIA – Ciccio Lodi va via: la straziante lettera d’addio

Il noto calciatore campano ha dato l'addio ai tifosi rossazzurri tramite social, annunciando il suo approdo alla Triestina.

Aveva lasciato la Serie A per vestire quei colori, un’altra volta ancora, per supportare una squadra che era scesa nella terza serie e che ora deve abbandonare. Quella tra il Calcio Catania e il centrocampista Francesco Lodi è una di quelle storie d’amore che nel calcio sono sempre belle – e anche strazianti – da vedere.

L’ormai ex-numero 10, centrocampista classe ’84 originario di Napoli, approderà nella Triestina, squadra di Trieste che gioca nella Serie C. Dopo 205 presenze e 50 gol, dunque, Ciccio Lodi non vestirà più “la sua seconda pelle”: la maglia rossazzurra del Calcio Catania, per la quale ha sempre lottato. Così il calciatore ha voluto salutare i tifosi catanesi, con una lettera pubblicata sul sito ufficiale del club etneo:

“È tutto così strano. Io con un’altra maglia. Io senza l’Etna a proteggere me e la mia famiglia. Io senza la mia seconda pelle. Quella rossa e azzurra. È stato un gesto d’amore anni fa di tornare a Catania e lasciare la serie A. Così come gesto d’amore e d’affetto verso questa società, è questo mio addio. Non avrei mai messo in difficoltà il mio Catania. Ed allora vado via. Non ci avevo mai pensato. Non era in preventivo. Ero convinto di chiudere la mia carriera a Catania. Ma è andata così.

Amo Catania.  Amo il Catania . E sarò per sempre rossazzurro. Non farò mai nessunissima polemica, perché il mio legame con questa città e questa società è stato, sarà e resterà eterno. Ed allora GRAZIE, a chi mi ha sostenuto sempre. A chi mi ha sostenuto meno. A chi mi ha dato la possibilità di indossare ancora una volta quella maglia. A chi mi ha allenato. Ai miei compagni. Ma soprattutto ai tifosi del Catania, anima di questa città. Ero tornato per contribuire al ritorno nel calcio vero del mio Catania. Non ce l’abbiamo fatta. Non ce l’ho fatta. Una traversa e qualche negligenza ci hanno risvegliato dal sogno. E questo sarà per sempre il mio grande rimpianto.

Ma per il Catania si tifa sempre, nella buona e nella cattiva sorte. Ciao Catania. Non sarà mai un addio. Mai. Perché questa sarà per sempre casa mia. Ciccio Lodi”

Da TWITTER

Potremmo definire le Biblioteche riunite “la Cappella Sistina del sapere”.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Al centro del Chiostro di Levante è incastonato uno spettacolare “Caffeaos”, cioè “CoffeeHouse”, dove i monaci prendevano il caffè.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

I primi passi dentro il Monastero sono accompagnati da uno scalone d’onore: bianco e accogliente, con un’architettura e geometrie impressionanti.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Load More...