News

Laureato in economia si fingeva dentista: un altro caso in Sicilia

Scovata associazione "abusiva" in Sicilia: gruppo di professionisti apre un centro odontoiatrico e fornisce ai pazienti protesi dentarie di bassa qualità.

Un altro caso di professioni “abusive” in Sicilia: questa volta ci troviamo a Caltanissetta, dove un gruppo di liberi professionisti si sono improvvisati dentisti, aprendo un centro odontoiatrico che operava, violando deliberatamente le norme di legge. A capo dell’organizzazione ci sarebbe stato un laureato in economia, che esercitava abusivamente l’attività di dentista e si occupava di gestire la società: racimolava i contatti e organizzava le visite preliminari.

A supporto dell’attività, ci sarebbe stato un Direttore Sanitario, un igienista dentale e un odontotecnico: a ciascuno era affidata una specifica mansione, che permetteva di mandare avanti l’attività illegale. Oltre che fornire protesi dentarie di bassa qualità, è stato inoltre accertato che, a causa delle scorrette pratiche sanitarie, alcuni pazienti hanno riportato lesioni personali gravi. Scoperti dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri, contro di loro è stato eseguito un provvedimento cautelare: disposto anche il sequestro del centro e di un laboratorio odontotecnico.

Rimani aggiornato