Catania

Catania, maxi-operazione di controllo della Polizia: anche un elicottero coinvolto

Continuano a Catania le operazioni ad ampio raggio della Polizia di Stato per la lotta alla criminalità nelle sue diverse sfumature: dalle infrazioni del codice della strada alla salvaguardia della sicurezza dei cittadini.

Tolleranza zero e pugno duro sono le direttive del Questore Mario Della Cioppa che ha disposto, nella giornata di ieri, una nuova maxi operazione straordinaria di controllo del territorio a largo raggio in tutta la provincia di Catania e nel comune capoluogo, impegnando diversi operatori della Polizia di Stato.

Si tratta del terzo intervento di prevenzione e repressione di vari reati, soprattutto di quelli di natura predatoria, per il rispetto delle norme del Codice della Strada, nonché per la sicurezza dei cittadini e in particolar modo degli studenti catanesi e della provincia.

Il Questore ha chiuso in una morsa di controlli la provincia etnea, mantenendo lo stesso schema composto da 18 equipaggi all’interno dell’area urbana, ai quali si aggiungono le 12 pattuglie disposte nelle città di Adrano, Caltagirone e Acireale con posti di controllo strategici in modo da garantire la massima efficacia.

Come le passate operazioni, non è mancato uno sguardo dall’alto garantito dal supporto dell’elicottero della specialità della Polizia di Stato, del IV Reparto Volo Palermo Boccadifalco, che ha garantito un pronto intervento in tempo reale creando una maglia dalla quale è risultato difficile sottrarsi ai controlli.

Alla mappa delle strade da controllare delle precedenti operazioni ne è stata aggiunta qualcuna, insistendo soprattutto dove i controlli sono considerati fastidiosi da alcuni cittadini.

Questa la lista delle strade dove sono stati effettuati i posti di controllo nel capoluogo: via Acicastello, via del Rotolo, via del Bosco, via S. Martelli Castaldi, via Pacinotti, via G.M. Frontini, Piazza Europa, viale Africa, via Cristoforo Colombo, piazza Stazione Acquicella, via Acquicella Porto, via Plebiscito, viale Librino, viale San Teodoro, viale Castagnola. Ad Acireale: S.S. 114, via S. Cristoforo Colombo, Zona Capo Mulini. A cura della Polizia di Frontiera: Santa Maria Goretti, via S. G. La Rena, Area Demaniale adiacente la Varco Dusmet. A cura della Polizia Ferroviaria: Stazione FS Catania Centrale, Stazione FS Acireale. Ad Adrano: via Casale Greci, Contrada Naviccia, via Madonna Santissime delle Grazie. A Caltagirone: Santa Maria di Gesù, via Circonvallazione, via Mons. M. Sturzo.

Sempre costante la partecipazione del personale dell’UPGSP, col contributo delle unità cinofile antisabotaggio e antidroga, della Squadra Mobile, dei Commissariati di P.S. Sezionali e Distaccati e delle specialità della Polizia di Stato della provincia etnea come la Polizia Stradale, Gabinetto Regionale Polizia Scientifica, Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, Polizia di Frontiera Marittima e Aerea, Polizia Ferroviaria.

Ripetuta anche la strategica presenza degli istruttori di tecniche operative che hanno dato, come la volta scorsa, un contributo in più per la sicurezza degli uomini della Polizia di Stato.

Da inizio luglio, si è raggiunta quota 1012 per le contestazioni riguardanti l’inosservanza dell’utilizzo del casco protettivo, seguiti dal controllo di 298 persone, di 112  veicoli molti dei quali ispezionati con l’ausilio delle unità cinofile, 79 le infrazioni al C.d.S. rilevate tra cui tre per guida senza patente, una per targa impropria, otto per la mancanza della copertura assicurativa obbligatoria, quattro carte di circolazioni ritirate, sei veicoli sequestrati, quattro fermi amministrativi e due le perquisizioni personali.

La promessa del Questore è quella che i suddetti controlli non allenteranno, in modo da garantire il rispetto basilare delle regole civili per un quieto vivere.

Da TWITTER

Seminario permanente di studi “Le migrazioni e la città: il sapere agito” @liveunict http://www.radioradicale.it/scheda/595736/seminario-permanente-di-studi-le-migrazioni-e-la-citta-il-sapere-agito

Potremmo definire le Biblioteche riunite “la Cappella Sistina del sapere”.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Al centro del Chiostro di Levante è incastonato uno spettacolare “Caffeaos”, cioè “CoffeeHouse”, dove i monaci prendevano il caffè.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Load More...