Calcio Catania

CALCIO CATANIA – Cavese battuta 4-0: goal e pagelle del poker [VIDEO]

Catania-Cavese 4-0

#CataniaCavese 4-0 | Highlights

Publiée par Calcio Catania sur Mercredi 25 septembre 2019
Il Catania conquista la terza vittoria consecutiva in casa. Allo stadio Angelo Massimino i rossazzurri si sbarazzano di una modesta Cavese con un sonoro 4-0. Mattatore della serata Francesco Lodi.

Il più bel Catania della stagione. È quello andato in scena ieri sera contro la Cavese che inaugura nel migliore dei modi la nuova divisa 2019/2020. I rossazzurri calano il poker nel sesto turno del campionato di Serie C, con due gol per tempo.

Un Catania subito propositivo sin dai primi minuti. Calapai e Mazzarani sulla destra giocano a memoria e Di Molfetta sfiora il gol al 10′. A portare in vantaggio gli etnei è, al 19′, il “solito” Francesco Lodi: punizione dal limite che non lascia scampo al portiere ospite Bisogno.

I rossazzurri non si fermano dopo il vantaggio e continuano a macinare gioco. Mazzarani è in grande spolvero e confeziona un assist perfetto per Di Piazza che la mette dentro, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Durante tutto il match, inoltre, non mancano i cori di contestazione nei confronti dell’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, dopo le vicende della scorsa settimana, conclusesi con un botta e risposta con la tifoseria rossazzurra.

Il Catania dopo aver mancato il gol in un paio di circostanze trova il raddoppio al 46′: Di Piazza imbeccato splendidamente da Lodi, controlla bene il pallone e fa fuori il diretto avversario, depositando in rete il 2-0.

A inizio ripresa, tra i campani, fa l’ingresso in campo l’ex Russotto, applaudito da tutto lo stadio per il suo ritorno al Massimino, seppur da avversario. La Cavese prova una timida reazione che si concretizza con un calcio di rigore, concesso dall’arbitro Maggio di Lodi, per atterramento di Mbende ai danni di Sainz-Maza. Sul dischetto si presenta il classe ’81 De Rosa che manda sul palo il pallone del possibile 2-1.

Dopo lo spavento il Catania ricomincia a giocare e trova il 3-0 sullo sfortunato autogol di Marzorati che, goffamente, manda nella propria porta la sfera con l’intenzione di anticipare Curiale. A mettere il punto esclamativo sulla prestazione rossazzurra, infine, ci pensa il il sinistro fatato di Lodi: al 95′, quando il tempo è abbondantemente scaduto, il numero 10 regala l’ennesima magia su calcio piazzato che, oltre a valere il 4-0 finale, gli permette di salire in testa alla classifica marcatori con 5 gol.

PAGELLE
Furlan 6; Calapai 6.5, Mbende 5.5, Silvestri 6 (Esposito s.v.), Pinto 6; Rizzo 6.5 (Dall’Oglio 6), Lodi 8, Welbeck 7; Mazzarani 6.5 (Llama 6), Di Piazza 7 (Curiale 6), Di Molfetta 6.5 (Distefano s.v.).