Catania

Librino al buio per i furti di rame: senza luce ancora meno sicurezza in strada

I lavori sono ancora in corso di svolgimento e per il ripristino della luce bisognerà attendere la settimana prossima, quando verrà allacciata la corrente. Nel frattempo, nel quartiere aumentano i furti.

Ampie zone del quartiere di Librino sono al buio da mesi. La causa sarebbero i continui furti di rame da parte dei “soliti ignoti”, ma la gente del quartiere è arrivata al limite della sopportazione tollerabile e ha richiesto l’intervento del comune.

La richiesta è arrivata direttamente in consiglio comunale, con una nota firmata da diversi gruppi consiliari. L’oscurità nell’ampia periferia ovest della città preoccupa i residenti, anche a causa del progressivo avvicinarsi dell’ora solare e del conseguente spostamento delle lancette in avanti, e ha richiesto risorse immediate. La spiegazione dei malfunzionamenti è arrivata dall’assessore Porto, il quale afferma che i disagi sono dovuti al danneggiamento di una delle cabine elettriche e ai furti di rame.

Nel frattempo, visto anche che la seduta straordinaria richiesta nella nota congiunta è stata negata, il quartiere si è mobilitato per attirare l’attenzione delle istituzioni, esponendo diversi striscioni in piazza Europa, piazza Alcalà e al Tondo Gioeni, luoghi centrali dove a volte non arrivano i problemi dei quartieri periferici.

Col buio, aumentano i casi di sicurezza pubblica, con diverse denunce di furti e persino di alcuni garage scassinati sfruttando la mancanza di luce. L’illuminazione è ancora assente in diverse zone di viale Nitta, viale San Teodoro, viale Castagnola e persino nei pressi dell’ingresso al San Marco.

Nel frattempo, stando a quanto afferma l’assessore Porto, venerdì dovrebbero essere ultimati i lavori, ma per attendere il ripristino della luce bisognerà attendere ancora la settimana prossima, quando avverrà l’allaccio alla corrente.

Rimani aggiornato