Catania

Enjoy lascia Catania, ma ci sarà un nuovo servizio di car sharing

Dopo Enjoy, a Catania ci sarà un nuovo servizio di car sharing: Amt ha stretto un accordo con Amat Palermo.

Enjoy lascia Catania, ma ci sarà un nuovo servizio di car sharing. Ad annunciarlo è il sindaco Salvo Pogliese, che ha fatto riferimento a un nuovo accordo con Amt. La società partecipata catanese si avvarrà della collaborazione di Amat Palermo per offrire un nuovo servizio di car sharing, attualmente già attivo in altre città siciliane.

 

Un nuovo servizio di car sharing

“Malgrado l’abbandono di Enjoy – spiega il sindaco Salvo Pogliese –  Catania non perderà il servizio di car sharing ma anzi avvierà un piano di rilancio grazie all’Amt che curerà in proprio il servizio, avvalendosi della collaborazione di Amat Palermo, l’azienda di trasporto locale del capoluogo regionale che tra i propri servizi permette anche la possibilità di utilizzare un’automobile su prenotazione. Dopo l’amarezza del momento per la decisione irreversibile di Eni di lasciare Catania insieme al presidente dell’Amt Bellavia abbiamo individuato un percorso alternativo, non solo per mantenere il servizio, ma anzi migliorarlo in alcune modalità di compatibilità ambientale e allinearlo a quello di numerose altregrandi città italiane. Ci avvarremo per per non perdere tempo del know già acquisito dall’omologa azienda palermitana Amat, che ringrazio per la pronta disponibilità. Siamo abituati a trasformare in opportunità le difficoltà e così avverrà anche per il car sharing”.

 

La conferma di Amt

Le aziende di trasporto pubblico locale di Palermo e Catania, Amat e Amt, sottoscriveranno nei prossimi giorni una convenzione per lo sviluppo del servizio di car sharing anche nella città di Catania, promosso dal Ministero dell’Ambiente e individuato dal marchio nazionale “IO Guido Car Sharing”, già attivo in gran parte della Sicilia (Palermo, Trapani, Enna, Castellammare del Golfo, Scopello, Monreale, Alcamo, Aeroporto di Palermo Falcone Borsellino e Aeroporto di Trapani Birgi Vincenzo Florio) e attualmente anche nelle città di Genova, Parma, Roma, Padova, Arezzo.

“Dalla collaborazione delle due principali aziende di trasporto pubblico locale in Sicilia – dicono Michele Cimino e Giacomo Bellavia, amministratore unico di Amat Palermo e presidente Amt Catania – si potrà sviluppare un servizio di car sharing di respiro regionale, che coinvolga non solo le principali città siciliane di Palermo e Catania, ma tutte le nove province e le isole minori. Prevediamo a breve di poter far ripartire l’importante servizio a beneficio dei cittadini catanesi e dei turisti che visitano il capoluogo etneo”.

 

Le dichiarazioni di Eni sul caso

“Eni conferma con rammarico che a partire dal prossimo 20 maggio il servizio di car sharing Enjoy non sarà più attivo presso la Città di Catania. La società, infatti, malgrado il continuo sforzo volto a fornire un servizio innovativo e sempre efficiente, è costretta a registrare un numero di cittadini interessati decisamente inferiore alle attese e di conseguenza un basso livello di utilizzo dei veicoli. Inoltre, e non da ultimo, il numero elevato di atti vandalici compiuti ai danni della flotta auto di Enjoy ha definitivamente convinto Eni ad abbandonare l’esperienza di Catania. Eni desidera ringraziare il Comune di Catania per l’eccellente ospitalità e i cittadini catanesi che hanno utilizzato e comunque rispettato il servizio Enjoy”.