Attualità

Reddito di cittadinanza, oggi il sito online: come funziona

Arriva il sito ufficiale del Reddito di cittadinanza. Mentre i preparativi per marzo si intensificano, rimangono ambiguità sulle nuove figure professionali, fondi e ruolo di Caf e Regioni.

È in arrivo la piattaforma online voluta dal ministro Di Maio. Il sito, che si chiamerà “www.redditodicittadinanza.gov.it”, verrà lanciato oggi pomeriggio con lo scopo di informare i cittadini delle modalità con il quale fare domada da marzo in poi.

Non è l’unica risorsa per l’informazione. L’Inps manderà in stampa nei prossimi giorni un opuscolo per rispondere alla domande principali sul sussidio, 21 in tutto. Le domande principali rimangono chi potrà fare domanda, le condizioni di decadenza del beneficio. La domanda di assegnazione poi, potrà essere inoltrata telematicamente, oltre che cartacea presso gli uffici postali.

Sarà possibile fare domanda anche attraverso i Caf, con i quali però l’Inps ha ancora in corso un dibattito sulle risorse necessarie all’operazione per i quali i Caf chiedono dei fondi aggiuntivi. Il coordinatore dei  Caf Maurizio Soldini ha dichiarat che per ogni domanda stanziata al Caf ci vorrà quanto il governo già assegna per l’Isee (16,30 euro). Questo dovrebbe compensare il lavoro di consulenza dei Caf in aggiunta alla raccolta delle domande.

Quel che è certo è che l’operazione Reddito di cittadinanza richiederà delle risorse massicce per il suo funzionamento: le domande di Dsu (dichiarazione sostitutiva unica sulla propria situazione patrimoniale e reddituale) funzionali alla richiesta di sussidio sono in aumento del 15% solo nel mese di gennaio.

Allo stesso tempo rimangono ancora ambiguità riguardo alla figura dei navigator (orientatori dei beneficiari nel mercato del lavoro), l’inserimento degli stessi beneficiari nel mercato, nonché la verifica dei beneficiari e la distribuzione dei fondi.