News

Ryanair, ancora polemiche: aumentano i prezzi per alcuni servizi

Su segnalazione di alcuni utenti, l'azienda irlandese torna nel mirino dei passeggeri, a seguito di un incremento dei prezzi non comunicato.

Negli scorsi giorni, in Inghilterra si è tornato a parlare di Ryanair, la nota compagnia low-cost ormai di portata e fama internazionale. Già da un po’ di tempo sembrerebbe che pareri e commenti dei viaggiatori non siano particolarmente positivi. Un nuovo caso sarebbe emerso da alcune segnalazioni raccolte dalla nota testata inglese “The Sun”, di certo non destinato a ricevere pareri apprezzamenti dagli abituali passeggeri.

Dal novembre scorso, Ryanair aveva già introdotto alcune modifiche all’interno della propria “policy bagagli”, modificando di conseguenza anche il costo per l’introduzione dei bagagli a bordo; in precedenza, come riporta il giornale inglese, i passeggeri potevano usufruire del “Priority boarding” – servizio per bypassare le lunghe code del check-in  – ad un prezzo fisso di 6 £, mentre ora la tariffa avrebbe un costo variabile, che si aggirerebbe tra i 6 e i 10 £, a seconda del momento in cui l’opzione (Priority boarding) è stata aggiunta.

Ulteriore aumento avrebbe subito anche il prezzo per il check-in del bagagli inferiori ai 10 kg: se prima il costo si aggirava tra le otto e dieci sterline, adesso si aggira tra 10 e 12 £. La vera “mazzata”, tuttavia, riguarda coloro che si presenterebbero in aeroporto privi del check-in online del proprio bagaglio: in quel caso, il costo di un check-in in aeroporto ammonterebbe ad oltre 25 sterline.

Diversi utenti, soprattutto tramite social, si sono accordi della novità, a quanto pare non segnalata o anticipata dalla azienda stessa. In particolare, lo stesso The Sun ha voluto sottolineare la non proprio pacata reazione di un viaggiatore italiano, che su Twitter ha manifestato tutto il suo disappunto concludendo il post con un colorito hashtag #lowcostuncazzo.