Calcio Catania

CALCIO CATANIA – Beffa ripescaggi, Gravina: “Serie B sarà a 22 squadre”

"La B a 19 squadre è stata voluta dal commissario Fabbricini eccezionalmente per questa stagione" ha dichiarato il presidente Figc al termine del Consiglio Federale.

Un vicenda senza fine che rischia di beffare per due volte la società rossazzurra. Stiamo parlando della questione ripescaggi in Serie B che questa estate ha mandato “nel pallone” il mondo del calcio italiano.

Sul prossimo campionato di Cadetteria  – da disputare a 20 o 22 squadre – si è espresso il presidente della Figc, Gabriele Gravina, precisando la sua posizione: “Oggi ne abbiamo parlato, c’è un confronto acceso su posizioni differenti. Quando non c’è consenso valgono le regole scritte e quelle attuali sono chiare: l’articolo 49-50 dice quelle che sono le squadre che devono comporre le categorie. Se non cambiamo accordo il format resta a 22La B a 19 squadre è stata voluta da Fabbricini eccezionalmente per questa stagione. E quindi, se non ci sarà una modifica dell’articolo 50, la B resterà a 22″.

Dato che finora non è stato trovato un accordo, il format del prossimo campionato tornerà probabilmente a 22 squadre poiché non c’è più il tempo materiale per cambiare il numero dei club partecipanti. Secondo la proposta – che sarà ratificata anche da Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro –  nella stagione 2019/2020 ci saranno 3 promozioni e 4 retrocessioni in B mentre in Serie C le solite 4 promozioni (3 dirette prima dei playoff) e 8 retrocessioni (2 dirette per i gironi A e B, 6 dai playout per ogni gruppo). Le 3 squadre che mancano all’appello saranno individuate verosimilmente attraverso i ripescaggi: tra queste oltre al Catania dovrebbero esserci due tra Entella, Novara, Pro Vercelli, Siena e Ternana.

Oggi parla di “regole chiare” il presidente Figc Gravina. Evidentemente queste non lo erano abbastanza la scorsa estate quando prima il tribunale sportivo, poi il Tar del Lazio – passando per il Comitato di garanzia Coni – non hanno garantito il rispetto delle stesse producendo un polverone a metà tra beffa e scandalo, nonché una serie cadetta a 19 squadre che a quanto pare durerà una sola stagione, ovvero quella in corso.

La domanda, a fronte delle nuove dichiarazioni del vertice Figc, rimane sempre la stessa: perché il Catania non sta militando nella serie in cui dovrebbe, ovvero la B? Ai posteri l’ardua sentenza.

A proposito dell'autore

Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone nasce nell'estate di Italia '90. Cresce a Mineo dove due grandi passioni cominciano a stregarlo: la Musica e lo Sport (in particolare il calcio). In pianta stabile a Catania, il suo nome è sinonimo di concerto: se andate a un live, con ogni probabilità, lo trovate lì da qualche parte. Giornalista e laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, coordina la redazione di LiveUnict.

Rimani aggiornato