Catania

Catania, ancora un’auto Enjoy distrutta: la zona è sempre la stessa [FOTO]

Ennesimo atto vandalico nei confronti delle 500 Enjoy: una vera e propria ondata di furti e deturpamenti delle piccole utilitarie del car sharing.

Non accenna a placarsi l’orda furibonda nei confronti di alcune automobili della compagnia di car sharing Enjoy, dopo l’ultimo ritrovamento di stamane. Ancora una volta, infatti, è stata danneggiata una Fiat 500, dal classico colore rosso dell’azienda, e privata di alcuni componenti.

Pare che il movente sia sempre il solito, ovvero quello di trafugare parti dell’auto che ormai vanno praticamente a ruba, nel vero senso della parola. L’ultimo ritrovamento questa mattina nei pressi del parcheggio del supermercato Lidl di via Segantini (pressi via Passo Gravina e piazza Madonna del Carmelo) nel quartiere di Barriera. La dinamica è sempre la stessa, come si evince dalle foto pubblicate: finestrino anteriore spaccato e varie componenti dell’auto mancanti, come fari, paraurti, parafanghi e sedili.

Un’abitudine che pare non trovare fine: è solo di qualche settimana fa la notizia di un medesimo ritrovamento, una trentina di metri più avanti, proprio in piazza Giovanna Condorelli Fragalà. Ma questi non sono gli unici due casi che purtroppo hanno coinvolto la zona Barriera: ancora un’automobile, lo scorso 29 ottobre, era stata rinvenuta in piazza Madonna del Carmelo senza fari e con il finestrino ridotto in pezzi.

Catania non è di certo l’unica città colpita da questi fenomeni, con grandi comuni come quelli di Bologna o Milano (quartiere San Siro) che riscontrano gli stessi problemi, fermo restando che questa non vuole essere una scusante, ne tantomeno un alibi attorno a questi gesti esclusivamente da condannare. E chissà se la compagnia deciderà di ritirare, dopo aver fatto piazza pulita dei mezzi a due ruote, anche le auto rosse che circolano nella città dell’elefante; una pena tanto meritata quanto come sempre potenzialmente ingiusta, con un utile servizio che, per colpa di pochi, potrebbe totalmente scomparire dalle nostre strade.

Altre zone in passato, infatti, erano state oggetto di denuncia con protagonista sempre la piccola 500 rossa: da via Ingrassia sino al quartiere Librino, per non parlare dell’auto recuperata tra le acque del porticciolo di Ognina…