Scuola

Concorso dirigenti scolastici: le ultime notizie sulla selezione

Più di diecimila iscritti al concorso per dirigente scolastico non si è presentata alla prima prova di selezione, aumentano le chances di passare il test preselettivo per gli oltre 24mila partecipanti.

Attraverso un messaggio lanciato sui propri canali social, il Miur comunica che alla prova preselettiva per il concorso a dirigente scolastico hanno partecipato in 24.082 e che la graduatoria degli ammessi verrà pubblicata in settimana. Un numero piuttosto basso, se confrontato agli oltre 34mila iscritti, che aumenta la possibilità di accedere alle prove di selezione vere e proprie, dove a poter concorrere saranno 8.730 candidati.

Terminata la prova preselettiva, si ritroveranno allo scritto oltre il 36% di chi si è seduto al computer il 23 luglio per rispondere ai 100 test a risposta multipla, ma i posti effettivamente messi a concorso dal bando sono 2.425; dunque, alla fine dei conti, solo una percentuale di circa uno su dieci dei candidati dirigenti presentatisi ieri a sostenere la prova riuscirà a superare il concorso.

Il concorso proseguirà con una prova scritta, composta da cinque domande a risposta aperta e due domande a risposta chiusa in lingua straniera (livello B2), nonché una prova orale. Successivamente, i candidati che supereranno le prove scritte e quella orale saranno ammessi, sulla base di una graduatoria che terrà conto anche dei titoli, al corso di formazione dirigenziale e di tirocinio selettivo, finalizzato all’arricchimento delle competenze professionali delle candidate e dei candidati.

Essere ammessi a questo ulteriore step, tuttavia, non vuol dire che il calvario sia finito. Infatti, al corso, che si compone di due mesi di lezione in aula e quattro di tirocinio a scuola, eventualmente integrabili con sessioni di formazione a distanza, i candidati dovranno affrontare una valutazione scritta e un altro colloquio orale, per poi essere collocati in delle graduatorie di merito.