Università

ISEE università 2018: come e quando richiederlo

Il nuovo anno accademico è già dietro l'angolo. Per poter usufruire delle agevolazioni previste dal diritto allo studio e delle riduzioni sulle tasse universitarie, è necessario possedere il modello ISEE per prestazioni universitarie.

Il bando per l’attribuzione delle borse di studio, posto letto e tesserino mensa per l’anno accademico 2018/19 verrà pubblicato a breve. Come ogni anno, la data di pubblicazione da parte dell’ERSU di Catania dovrebbe aggirarsi intorno alla metà di luglio, ma per poter inviare la domanda occorre essere in possesso della certificazione ISEE per prestazioni universitarie. 

Le tempistiche per il rilascio dei documenti non sono mai brevissime e richiedono almeno due settimane di tempo dal momento della richiesta. Per evitare di trovarsi, quindi, impreparati al momento della pubblicazione del bando e per poter inviare la richiesta per i benefici nel più breve tempo possibile, è consigliabile cominciare a richiedere l’ISEE già da adesso. 

Tra l’altro, il modello è necessario anche per l’iscrizione e per il calcolo delle tasse. Come riportato sulla Guida dello studente 2018/19, inoltre, sono esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale gli studenti con ISEE 2018 per le prestazioni per il diritto universitario fino a 14.000 euro, regolari rispetto agli anni di iscrizione e con i crediti richiesti al 10 agosto 2018. Se non si consegna la certificazione, l’Università applicherà l’aliquota massima per il calcolo delle tasse universitarie e per i contributi.

È importante richiedere specificamente l’ISEE per prestazioni universitarie che non sempre coincide con quello ordinario. Mentre fino a qualche anno fa, infatti, c’era un unico modello valido per tutte le prestazioni, di recente sono stati introdotti modelli più specifici e, tra questi, quello che riguarda l’università e che serve per avere riduzioni sulle tasse universitarie e per poter accedere alle agevolazioni previste per il diritto allo studio.

Il calcolo viene fatto utilizzando l’indicatore di situazione economica (somma di tutti i redditi percepiti dai componenti del nucleo familiare maggiorata del 20% dei valori patrimoniali) rapportato al numero dei componenti del nucleo familiare e ad alcune caratteristiche dello stesso. Per l’a.a. 2018/2019 i redditi a cui fare riferimento sono quelli dell’anno solare 2016, mentre la situazione patrimoniale deve riferirsi all’anno solare 2017.

Per il calcolo e il rilascio del modello ISEE per prestazioni universitarie, è necessario rivolgersi a un CAF convenzionato (Centro di Assistenza Fiscale) o inviare una richiesta online direttamente all’INPS, se si possiede il PIN. Una volta ottenuta la documentazione questa va presentata all’Università entro i termini previsti per la scadenza. Si ricorda, inoltre, che il rilascio da parte dei CAF della Attestazione ISEE per prestazioni universitarie è gratuito.


Leggi anche Isee 2018 università: tutti i documenti da presentare