Società

CATANIA – Operazione antibullismo: identificati dalla polizia numerosi ragazzi

20081118-PONTEDERA (PISA)-CRO- GIOVANI:SOLI,IMPAURITI CERCANO TECNOLOGIE E SBALLO.EMERGENZA BULLISMO, NE SAREBBE VITTIMA UNO SU QUATTRO. Tre ragazzi fotografati questa sera a Pontedera.ANSA/FRANCO SILVI

Continua la lotta serrata al bullismo nel centro storico di Catania, con gruppi di giovani che continuano a tenere banco tra le principali vie della città. Vi avevamo raccontato solo pochi giorni fa di uno degli ultimi e numerosi attacchi sferrati, conditi da pugni e pestaggi, nei confronti di innocenti adolescenti che sono soliti passeggiare in pieno centro a Catania.

La dinamica dei fatti è sempre la stessa, con piccoli spintoni che servono da miccia per adescare una nuova rissa, senza che il povero malcapitato abbia anche minimamente accennato ad una, seppur ragionevole, reazione. Da li parte la sagra dell’offesa e della lite nei confronti della vittima, che in men che non si dica si ritrovano accerchiato da giovani o, addirittura, giovanissimi pronti a sferrare qualsiasi tipo di attacco.

E proprio in questi giorni la polizia di Catania ha diramato un comunicato dopo aver condotto un’operazione antibullismo e abusivismo. In particolare, come si legge nella nota rilasciata dalla Questura, “sono stati identificati numerosi ragazzi, alcuni giovanissimi, per lo più provenienti dai rioni cittadini maggiormente disagiati, successivamente riaffidati ai genitori, che sono stati diffidati ad esercitare una più intensa vigilanza sui propri figli“.

Gli agenti delle volanti – continua il comunicato – hanno intensificato l’attività di controllo del territorio nel centro storico cittadino al fine di prevenire e contrastare il fenomeno dei gruppi di bulli, che si riuniscono, soprattutto nel fine settimana e nei giorni di festa, in alcuni punti di ritrovo, tra i quali piazza Stesicoro,  Borsellino e alla Villa Bellini, per poi scorazzare nelle strade del centro ed infastidire i passanti, con insulti, molestie, sberleffi e nei casi più gravi anche schiaffi“.

Lo stesso questore di Catania Giuseppe Gualtieri aveva annunciato una maggiore presenza di pattuglie e una maggiore sorveglianza, anche contro i venditori abusivi di petardi; nella stessa operazione, infatti, “i poliziottti hanno sanzionato sei parcheggiatori abusivi e sequestrato un ingente quantitativo di artifizi pirotecnici di vario tipo, esposti presso banchetti abusivi” allestiti in varie zone della città etnea.


Leggi anche: CATANIA – Aggressioni e pestaggi in centro: “Preso a pugni e umiliato, mi sento distrutto”