Altro

CATANIA – Convenzioni per musei: tutto quello che c’è da sapere

I musei sono fonte di conoscenza e cultura ma spesso non sono fruibili a tutti per ragioni anche economiche; se da una parte è di pubblica conoscenza che la prima domenica del mese le visite sono gratuite, pochi forse conoscono le convenzioni del nostro paese.

A livello regionale e locale, di concerto con il Ministero della Cultura, sono attive delle convenzioni e degli abbonamenti che permettono di usufruire di sconti e omaggi. A Catania esiste uno speciale Pass promosso dal Comune e realizzato da AMT: permette l’accesso gratuito ad alcuni musei, l’utilizzo illimitato di mezzi urbani come bus e metro e sconti speciali presso ristoranti e altri musei. Le fasce di prezzo sono diversificate e variano in base alla durata dell’abbonamento e al numero di persone che lo utilizzano (esiste infatti un piano adeguato alle famiglie); i musei gratuiti compresi nel pass sono:

  • Museo diocesano dell’arcidiocesi;
  • Castello Ursino;
  • Museo Belliniano e museo Emilio Greco;
  • Terme Achillane.

Per le informazioni circa limitazioni, orari e prezzi si rimanda al sito del comune di Catania o all’info point presso l’aeroporto Fontanarossa, dove è anche possibile acquistare il pass. In Sicilia vi sono anche altri abbonamenti gestiti a livello locale; i più comuni sono: 

  1. Trapani Welcome Card: è un abbonamento che riguarda Trapani, Erice e dintorni e dura solo tre giorni;
  2. Pantelleria Tourist Card: permette esclusivamente una riduzione sul prezzo e ha durata variabile;
  3. Palermo Tourist Card: comprende anche dei pasti gratuiti e il trasporto urbano;
  4. Onsicilycard: è una tourist card di enti convenzionati nella nostra regione in costante aggiornamento; vale un anno intero con un unico prezzo convenzionato che comprende anche sconti e riduzioni su B&B e ristoranti;
  5. Sicily card app: si tratta di un applicazione per smatphone proposta dalla Sicilia orientale e comprende abbonamenti a musei e anche una sim card delle 3 con la quale si potranno effettuare chiamate.

Ovviamente si tratta di informazioni indicative: per qualsiasi dubbio o per informazioni, si rimanda ai siti dei vari comuni delle città. Queste iniziative, oltre alla “domenicalmuseo”, hanno lo scopo di incentivare la cultura e di invitare tutti a conoscere meglio le meraviglie del nostro paese.

Rimani aggiornato