Scuola

CATANIA – Il Liceo Galileo Galilei al Miur con il progetto “Braillando insieme”

Si chiama”Braillando insieme” il progetto del Liceo scientifico Galileo Galilei di Catania presentato al Miur di Roma per l’alternanza scuola-lavoro.

Si è tenuto ieri un incontro al Miur, a Roma, dal titolo “Alternanza scuola-lavoro nei Licei: missione possibile” in cui, tra i 12 licei d’Italia che sono stati ospitati, figura anche il liceo scientifico Galileo Galilei di Catania.

Il liceo di Catania ha, infatti, stipulato una convenzione con la Stamperia regionale Braille per realizzare una mappa tattile della scuola posta all’ingresso del plesso oltre alla stampa in braille e in nero braille di diversi testi, alcuni dello stesso Galilei.

Il progetto promosso dalla scuola dal titolo “Braillando insieme” ha lo scopo di unire il progetto di alternanza scuola-lavoro con le materie curriculari, come ha spiegato la stessa dirigente scolastica dell’istituto Gabriella Chisari. Una classe di quarto anno composta da 24 studenti ha partecipato al progetto lo scorso anno, utile per sperimentare il lavoro in team, il problem solving e per migliorare la capacità della gestione del tempo, grazie alla disponibilità della Stamperia e dei tutor aziendali che hanNo guidato gli studenti. 

Gianluca Rapisarda, insegnante di filosofia, non vedente e che rappresenta la Stamperia all’interno della Federazione Pro Ciechi, ha spiegato come l’intento del progetto sia stato quello di dimostrare che l’alternanza scuola-lavoro può trasformarsi in qualcosa di concreto e che la diversità può essere un mezzo di crescita umana e sociale.

E il progetto non finisce qui. Una classe del Galilei sta realizzando in nero braille la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità oltre alla proposta al Miur di stipulare un protocollo di intesa fra la Stamperia, il liceo e il Manifesto della scuola italiana per i diritti umani e contro ogni forma di pregiudizio.