Viaggi

VIAGGI – Le mete italiane preferite dagli stranieri: aumentano turisti che scelgono il Sud

Secondo l’ultima indagine sul turismo condotta dalla Banca d’Italia con l’obiettivo primario di stabilire l’importanza dei viaggi e del turismo per la bilancia dei pagamenti del nostro Paese, nel 2016 in Italia i viaggiatori stranieri sono stati 107 milioni e 876 mila. Ma quali sono le mete che attirano di più i turisti stranieri?

L’Italia rappresenta per molti turisti stranieri una meta da visitare almeno una volta nella vita. Il Paese delle meraviglie culinarie, come la pizza e delle meraviglie artistiche ed architettoniche, culla delle più antiche civiltà come quella greca e latina attira milioni e milioni di turisti l’anno.

Certamente, le città più visitate risultano essere sempre le stesse, le più celebri: al primo posto la grande “caput mundi” Roma con più di 10miloni di visitatori ogni anno, seguita da Milano, capitale italiana della moda, e al terzo posto Venezia.

A livello aggregato, il Nord, però, registra un’affluenza maggiore rispetto al Centro e anche rispetto al Sud e alle Isole, che risultano, invece, ultime in classifica. A livello regionale, la Lombardia(con 22 milioni e 703 mila visitatori) appare essere la meta preferita dai turisti stranieri, attirati non solo dalla città di Milano, ma anche dal quelle di Como, Brescia e Varese.Il secondo posto è occupato dal Veneto(con 13 milioni e 457 mila visitatori), e il terzo dal Friuli Venezia Giulia(con 12 milioni e 813 mila visitatori). Soltanto al quarto posto troviamo il Lazio (con 11 milioni e 254 mila visitatori) e al quinto la Toscana (con 9 milioni e  614mila visitatori).

Per quanto riguarda il Sud e le Isole, pur registrando un’affluenza di turisti stranieri nettamente inferiore rispetto alle provincie e regioni centro-settentrionali, è anche vero che negli ultimi anni i flussi turistici in direzione del Sud Italia sono in netto aumento. Per il momento, al primo posto fra le regioni del Sud risulta esserci la Campania (con 3 milioni e 201mila visitatori, due terzi dei quali rivolti verso Napoli) seguita al secondo posto dalla Sicilia (con 2 milioni e 517 mila visitatori, meglio distribuiti fra le provincie, ma con maggiore ovvia presenza nelle città di Palermo e Catania).

In dettaglio, si registra che 797 mila turisti stranieri hanno visitato la provincia di Palermo nel 2016, e 424 mila la provincia di Catania. Si tratta di dati, certamente positivi, ma che potrebbero essere moltiplicati in maniera esponenziale viste le grandi potenzialità e attrattive paesaggistiche e culturali offerte dalla Sicilia.

Se ne deduce che la Sicilia, come il resto del Sud Italia, dovrebbe puntare maggiormente sul turismo, cercando di raggiungere gli ottimi livelli registrati dal Nord Italia, in modo tale da poter almeno in parte far fronte alla crisi economica e dell’occupazione, che si verifica ormai da anni con maggiore incidenza proprio nel Meridione del nostro Paese.