Libri

Libreria Taormina, quale destino? Il comunicato della libreria

Il destino della storica libreria di Taormina sembra aver cambiato il proprio corso. A giugno, dopo l’annuncio della chiusura della libreria a causa del non rinnovamento del contratto di locazione, era partita una petizione online affinché si scongiurasse la fine della quasi ventennale attività.

palazzo-ciampoli-taormina

La stessa titolare della libreria, Antonella Ferrara, nonché presidente di Taobuk, Festival internazionale del libro, aveva dichiarato ai nostri microfoni: “Il ruolo che ha svolto la libreria non è solo quello di vendita di libri, ma anche di presidio culturale. Abbiamo creato attività intorno al mondo del libro – continua Antonella Ferrara – abbiamo creato incontri con autori, abbiamo portato a Taormina autori che non sarebbero mai venuti, abbiamo offerto a tutta la città una serie di attività che senza la nostra presenza, tutto a nostre spese, non sarebbero mai state fatte. Ciò che abbiamo creato sul territorio è stata un’azione di propagazione e di diffusione culturale.”

Dopo l’ampia risonanza mediatica, grazie anche al contributo delle testate nazionali e delle proposte ai vertici, l’Assessore ai Bbcc della Regione Siciliana, Carlo Vermiglio, ha disposto che l’attività sarà ospitata in una parte dei locali di Palazzo Ciampoli. La notizia è stata annunciata nelle fasi finali degli Stati Generali del Turismo che si sono svolti proprio a Taormina. A breve avverrà la ratifica dell’atto di concessione alla presidente di Taobuk. Si tratta di un palazzo storico edificato nel 1412, ristrutturato dalla Regione impiegando 1 milione 114 mila 271 euro per il restauro e il consolidamento e altri 910 mila 720 euro sono stati spesi per allestimenti, arredi, evento mostra inaugurale e altri oneri.

La nuova collocazione consentirà a breve la ripresa dell’attività della storica libreria, l’unica nel raggio di 50 chilometri, avviata e gestita da Santina Bucolo e dalla figlia Antonella Ferrara fin dal 1998. Si riallaccia, in questo modo, il solido legame tra la Perla dello Ionio e  la storica libreria, permettendo di continuare a svolgere di pari passo un’intensa attività intellettuale non solo per i turisti, ma anche per gli abitanti di Taormina.

A proposito dell'autore

Serafina Adorno

Classe 1989. Dalle sabbie dorate agrigentine e dalla bianca scala dei turchi si è trasferita a Catania per intraprendere i suoi studi e iniziare a dare forma ai suoi sogni. Laureata in Lingue e letterature comparate, lavora nella comunicazione e nei Festival del cinema.