Altro Arte Attualità Lingue Scienze Umanistiche Società Università di Catania

UNICT – Al Monastero dei Benedettini “Dialogo tra credenti e non credenti”

sulla-luce

L’Università di Catania ha organizzato una tappa del Cortile dei Gentili. Si tratta di alcuni incontri che segnano il percorso di dialogo instauratosi tra l’Ateneo catanese e le Istituzioni teologiche del territorio.

L’iniziativa promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura, presieduto da S.E. il Cardinale G. Ravasi, mira ad un confronto tra i grandi problemi dell’uomo e del mondo. Si tratta, infatti, di un dialogo tra non credenti e credenti che avrà luogo il 18 e 19 marzo al Monastero dei Benedettini.

Tema centrale la luce. “Sulla luce” è un dialogo che porta a riflettere sulla Sicilia, sul suo territorio, sul suo popolo e sulle tradizioni. Pensare alla Sicilia infatti vuol dire pensare alla “Luce” e a tutto ciò che essa evoca. A questo occorre aggiungere che il 2015 è stato proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite l’Anno Internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla Luce. Non solo, ma anche il Premio Nobel 2014 per la fisica è stato consegnato a tre ricercatori giapponesi, Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura a motivo dell’invenzione dei LED blu che ha rivoluzionato il modo di illuminare e il concetto stesso di illuminazione.

Per tutta questa serie di ragioni e per molte altre ancora il tema della Luce è l’oggetto e il principio ispiratore dell’appuntamento offerto dal Cortile dei Gentili. Un tema che tra l’altro di per sé apre prospettive che vanno al di là della sola indagine fisica, interessando invece gli ambiti legati all’astronomia, alle scienze naturali, all’arte, alla musica, alla filosofia e alla teologia. La luce, infatti, richiama la creazione degli inizi, ma anche la conclusione della storia, la vastità dell’universo, nello spazio e nel tempo, la grandezza dell’animo umano e della sua ragione, lo splendore della forma e, con la sua assenza, le oscurità del cuore dell’uomo e lo stesso mistero del male. Nel tema della luce viene chiamata in causa l’idea della bellezza, declinata non solo nel suo significato strettamente estetico, ma soprattutto come manifestazione del divino, della razionalità, della causalità e della pienezza di tutte le cose. In questo ambito trovano spazio le riflessioni intorno all’arte, alla letteratura, alla poesia, alla musica, alla religione e alla scienza.

Gli appuntamenti seguiranno il seguente calendario:

18 marzo – Chiesa San Nicolò l’Arena (ore 16.30)

Dopo i saluti di benvenuto da parte del Rettore Giacomo Pignataro si terrà il dialogo tra Gianfranco Ravasi (Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura) e Carlo Rovelli (Ordinario di Fisica teorica all’Università di Aix-Marseille). L’incontro sarà moderato da Francesco Merlo (Editorialista del quotidiano La Repubblica). L’incontro avrà l’intervento musicale del Coro Lirico Siciliano (Direttore Francesco Costa, Organista Paolo Cipolla, musiche di Giuseppe Geremia, Rosario Bellini e Vincenzo Bellini).

19 marzo (a partire dalle 09.30)

Nell’Aula Magna Santo Mazzarino (Monastero dei Benedettini) dopo i saluti di Salvatore Gristina, Arcivescovo metropolita di Catania, si terrà il dialogo tra Gianfranco Ravasi (Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura), Pierluigi Leone De Castris (Ordinario di Storia dell’arte moderna all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli) e Dionisio Candido (Direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose San Metodio di Siracusa). L’incontro sarà moderato da Giancarlo Magnano San Lio (Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania).

L’incontro proseguirà presso le Biblioteche riunite Civica e Ursino Recupero, Sala Vaccarini con l’ Esposizione della Bibbia di Pietro Cavallini, la “Lettura” multimediale della Bibbia (Istituto per i beni archeologici e monumentali – Cnr – Progetto S&TDL) e la Mostra di opere della Scuola di Scicli (Sonia Alvarez, Carmelo Candiano, Giuseppe Colombo, Piero Guccione, Franco Polizzi, Giuseppe Puglisi, Franco Sarnari, Piero Zuccaro). L’appuntamento avrà l’intervento musicale dell’ensemble cameristico del Coro Lirico Siciliano (musiche di Alessandro Scarlatti).

Alle ore 16:00 si tornerà nell’Aula Magna Santo Mazzarino per l’intervista a Fabrizio Pulvirenti (Medico di Emergency). A questa seguirà il dialogo tra Giovanni Chiaramonte (Fotografo) e Umberto Fiori (Poeta), moderato da Antonio Sichera (Critico letterario). L’appuntamento comprende anche la Mostra Mostra Et In Arcadia Ego (foto di Giovanni Chiaramonte, allestimento di Sebastiano Favitta, la mostra sarà ospitata nelle Cucine del Monastero dei Benedettini).

Le due giornate d’incontri termineranno alle ore 19.00, presso il Coro di Notte, con #Tessuto, spettacolo performativo del Collettivo Cascina Barà (introduzione Marcella Fragapane).