Arte Cinema e Teatro Libri

CATANIA – “Letti di notte”, questa sera al Castello Ursino la notte bianca dei libri

letti di notte

Spegni la Luce, accendi la notte e vieni con noi in libreria e biblioteca”, è questo l’invito per partecipare alla notte del libro e della letteratura in tutta Italia.

Letti di notte inizierà questa sera, 20 giugno, al tramonto e proseguirà fino all’alba, perché con i libri non esistono distanze fisiche e temporali da non poter ricoprire. Sarà una grande festa diffusa con al centro il libro, i lettori, cinquanta editori e circa duecento librerie che hanno aderito all’iniziativa.

Vivere la notte bianca con i libri significa anche raccontarla e potrete farlo attraverso l’hashtag #lettidinotte oppure inviando le foto a amici@letteraturarinnovabile.com, le migliori verranno pubbliCataniacate sul web e parteciperanno a una mostra che sarà allestita il prossimo anno.

Catania, per la prima volta, partecipa all’iniziativa e l’appuntamento è per le 20.00  al Castello Ursino.

Tutti gli amanti della lettura verranno coinvolti prima da  Francesco Macaluso, Mariachiara Signorello e Damiana Vinci, attori catanesi, che attraverso i brani che leggeranno stimoleranno i cinque sensi. Subito dopo da Paola Soriga che racconterà il suo libro “La stagione che verrà” (Einaudi), accompagnata dalle Matte da Leggere e Giuseppe Lorenti.

Letti di Notte arriva a Catania grazie alla collaborazione tra Officine Culturali e Karma Communication che hanno dato vita a CUB – Castello Ursino Bookshop, e  la libreria indipendente Vicolo Stretto. Inoltre, l’evento avrà la collaborazione dell’Università degli Studi di Catania grazie al coinvolgimento di Zammù TV in qualità di media partner.

Per preparavi alla vostra notte bianca con i libri vi invitiamo a leggere il racconto inedito di Marco Vichi, scritto per l’edizione 2015 di Letti di notte, e i tre mini – libri stampabili anche in casa, materiale che potrete trovare cliccando qui.

 

A proposito dell'autore

Agrippina Alessandra Novella

Classe '92 . “Caffè, libri e tetris di parole”, ha definito la vita così, perché sono queste le tre cose che non devono mai mancarle. Legge da quando ha scoperto che i libri le fanno vivere più vite e sin da piccola scrive ovunque, perché le cose quando si scrivono rimangono. Cresciuta a Mineo è rimasta affascinata dagli scrittori che ivi hanno avuto i natali: Paolo Maura, Luigi Capuana e Giuseppe Bonaviri. Laureata in Lettere Classiche, presso l’Università di Catania, attualmente studia Italianistica all'Alma Mater di Bologna. Redattrice e proofreader per LiveUniCT e membro FAI.