Speciali Test Ammissione Università di Catania

Rischio annullamento test Professioni Sanitarie. Arriva la risposta di Pignataro

pignataro-400x215Relativamente al rischio dell’annullamento del test di professioni sanitarie, arriva rapidamente la replica del rettore Giacomo Pignataro.  “Per quanto riguarda le segnalazioni riguardanti presunte irregolarità nello svolgimento della prova di accesso ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie dell’Università di Catania, tenutisi Io scorso 3 settembre, il rettore sottolinea che “l’Ateneo è ancora in attesa di conoscere quali potrebbero essere state, nello specifico, le violazioni di cui parla la sezione catanese dell’Unione degli universitari, prima di poter stabilire come agire”.

Anche nel caso di Professioni Sanitarie, le irregolarità, così come per Medicina, riguarderebbero la violazione dell’anonimato. Giuseppe Campisi, coordinatore Udu a Catania ha così spiegato l’accaduto: «Dalle indicazioni raccolte finora emerge che i candidati potevano essere riconoscibili, ancora devono uscire le graduatorie, ci aspettiamo quindi che le richieste di ricorso possano aumentare».

«Nel momento in cui vi siano anche delle minime illegittimità il diritto allo studio, in quanto diritto della persona, si espande e permette l’iscrizione del ricorrente in soprannumero»:dopo Medicina, anche i test di Professioni Sanitarie arrivano in tribunale, dove un giudice deciderà chi riammettere, senza però penalizzare chi aveva regolarmente superato i test.

La decisione dell’Udu comprende, inoltre, un progetto più grande, già annunciato nelle precedenti battaglie studentesche: «Ribadiamo ancora una volta che l’obiettivo principale è quello di far cadere il sistema dell’accesso programmato e di ottenere l’accesso libero alle università. Per fare ciò partiamo dalle irregolarità che si sono verificate durante lo svolgimento dei Test qui a Catania, per dimostrare l’iniquità del sistema e chiedere la sua abolizione».

Rimani aggiornato