Catania

Catania, calci e pugni al compagno della madre: arrestato 27enne

Un 27enne ha aggredito il compagno della madre, di 53 anni: era già noto alle Forze dell'Ordine anche per i suoi problemi psichici.

Un 27enne catanese è stato arrestato dai Carabinieri del nucleo radiomobile del comando Provinciale di Catania. Il ragazzo era già noto alle Forze dell’Ordine per alcuni problemi psichici e per un’accusa di maltrattamenti in famiglia.

Il luogo da cui è partita la chiamata al 112 è un bar del quartiere Barriera, dove i carabinieri hanno trovato un uomo di 53 anni con una ferita alla fronte e una contusione nasale. Scortato al Policlinico di Catania, le lesioni sono state giudicate guaribili in 8 giorni.

Il 53enne ha dichiarato di essere stato assalito con violenza nella propria abitazione dal figlio 27enne della donna con cui convive. Il ragazzo, in preda a un attacco psicotico, ha minacciato di morte l’uomo, successivamente lo ha picchiato con calci e pugni e infine lo ha colpito sul volto con la fibbia metallica di una cintura. L’uomo è riuscito a scappare dall’abitazione e a chiedere aiuto al bar, dove ha chiamato i Carabinieri.

Il ragazzo è stato trovato in uno stato di forte agitazione in compagnia della madre, che ha confermato l’aggressione da parte del figlio. A detta sua, il ragazzo aveva già mostrato un comportamento ostile nei confronti del compagno nei giorni precedenti.

Dopo aver convalidato l’arresto, l’autorità giudiziaria ha disposto la misura degli arresti domiciliari da espiare presso la casa di cura San Paolo di Sant’Agata di Militello.