Scuola

Aggiornamento GPS 2022: l’ordinanza per inserire la domanda

concorso scuola
Aggiornamento GPS 2022: quando riapriranno le domande per i nuovi inserimenti o gli aggiornamenti delle graduatorie? Ecco tutte le ultime informazioni.

Aggiornamento GPS: continua l’attesa per gli aspiranti insegnanti. Quando si riapriranno le graduatorie provinciali supplenze per permettere ai docenti di effettuare un nuovo inserimento un aggiornamento della vecchia domanda? Sembra che la riapertura delle liste sia ormai alle porte, ma quali sono le ultime novità?


Aggiornamento GPS 2022, c’è l’ordinanza: info su istanze e novità


Aggiornamento GPS: quando la riapertura

La pubblicazione dell’ordinanza potrebbe avvenire a brevissimo. L’ordinanza, che potrebbe arrivare già oggi, darà il via all’aggiornamento delle graduatorie provinciali per le supplenze e le graduatorie di istituto. Dopo  la pubblicazione, la partenza delle domande dovrebbe essere immediata.

Si registra un lieve ritardo sui tempi, dal momento che, inizialmente, si era annunciato che le GPS avrebbero potuto riaprire già dal mese di aprile 2022. In realtà, era probabile uno slittamento per completare le procedure e per dare i docenti e agli aspiranti tali più tempo per preparare domanda e requisiti.

Aggiornamento GPS: le modalità

Come durante l’ultimo aggiornamento, la domanda da compilare sarà interamente online e potrà essere presentata dai docenti interessati sulla piattaforma Polis Istanze online. Alla domanda sarà necessario allegare la documentazione richiesta per dimostrare il possesso di alcuni requisiti.

Quanto tempo si avrà a disposizione per completare le procedura? Secondo le ultime informazioni, la finestra temporale per procedere con l’inserimento dovrebbe essere di 20 giorni. Tuttavia, non si esclude che si possa arrivare fino a 30 giorni in totale. Le graduatorie provinciali supplenze che verranno aggiornate quest’anno saranno valide per i prossimi due anni scolastici.

Chi può procedere con l’inserimento? Sono previsti sia nuovi inserimenti da parte di docenti o di neolaureati che non hanno mai presentato domanda, ma anche l’aggiornamento dei precedenti. Tutti gli insegnanti che lo desiderano, infatti, potranno aggiornare i propri punteggi (aggiungendo certificazioni, punteggio relativo al servizio, titoli acquisiti) per avere più possibilità di ottenere un incarico.


Scuola, Bianchi: “Più concorsi annuali per gli insegnanti entro il 2024;