Università in pillole

Doppia laurea, Legge ora in Gazzetta Ufficiale: cosa prevede

Doppialaurea
Doppia laurea: la legge è stata finalmente pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Ma il testo cosa prevede, nel dettaglio? Ecco i necessari chiarimenti.

Doppia laurea: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo della legge che permette di iscriversi a due corsi di laurea contemporaneamente. 

Questa legge consente l’iscrizione, in contemporanea, a due distinti corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.


 Pensione anticipata con riscatto della laurea: cosa serve sapere


Doppia laurea: la Legge

Il disegno di legge titolato “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore” è composto da 6 articoli e consente l’iscrizione di ciascuno studente, contemporaneamente a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

La legge non consente, però, l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea o di laurea magistrale appartenenti alla stessa classe, né allo stesso corso di master, neanche presso due diverse università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale.

Da quando sarà possibile?

Il testo della legge relativo alla doppia laurea prevede che entro 60 giorni il Ministro dell’Università e della Ricerca adotti un decreto con cui vengano stabilite le modalità e i criteri per consentire agli studenti di iscriversi a due corsi di laurea in contemporanea.

Questo provvedimento dovrà essere adottato previo parere della Conferenza dei rettori delle università italiane (CRUI), del Consiglio universitario nazionale (CUN) e del Consiglio nazionale degli studenti universitari (CNSU).

Tra tre anni, inoltre, il Miur sarà tenuta ad esporre al parlamento una relazione sull’impatto che ha avuto la legge sul mondo dell’istruzione italiana.

Il lungo iter della Legge

La doppia laurea è diventata Legge lo scorso 6 aprile 2022 quando, con il voto finale a larghissima maggioranza al Senato (che conferma il testo già approvato alla Camera a ottobre), è stato abrogato il divieto di contemporanea iscrizione a due corsi di laurea, in vigore dal 1933. La legge attuale è nata su iniziativa parlamentare nel 2020 ed ora, dopo due anni, è realtà.