Attualità

Covid, Fiaso: “Il 72% dei ricoverati è senza vaccino”

ricoveri Covid
Il report della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere rivela un calo dei ricoveri, sopratutto tra gli adulti e al Nord Italia. Oltre due terzi dei pazienti ricoverati non hanno una copertura vaccinale idonea.

La curva dei ricoveri in Italia sta scendendo. Questo è il primo importante risultato che possiamo leggere dalla rilevazione Fiaso negli ospedali sentinella del 15 febbraio. In generale, in una settimana il numero dei ricoverati è diminuito del 17%. Nei reparti ordinari la diminuzione dei pazienti si attesta al 16% mentre nelle terapie intensive il calo è addirittura del 26%.

Differenze tra Nord e Sud e tra adulti e bambini

In questa generale diminuzione dei ricoveri, esposta nel report Fiaso, vi sono però delle differenze tra nord e sud e tra adulti e bambini.

Infatti, al Nord il calo dei ricoveri è stato del 29%, al Centro dell’11% mentre nel Sud e nelle isole il calo è stato solo dell’8%.

Un’altra differenza riguarda i bambini: i ricoveri dei pazienti pediatrici, infatti, scendono più lentamente rispetto a quelli degli adulti. La percentuale di ospedalizzazioni dei bambini “si è ridotta in una settimana dello 0,9%“, rileva il report.

“Il 72% dei ricoverati non ha una copertura vaccinale adeguata”

Un altro importante dato riguarda la percentuale di vaccinati tra i pazienti ricoverati.  Infatti, il report comunica che circa il 72% dei pazienti non ha affatto una copertura vaccinale o non ce l’ha completa perché vaccinati da oltre 4 mesi e non ha fatto la dose booster.

Quindi, coloro che tendono a sviluppare sindromi respiratorie e polmonari da Covid e, di conseguenza, ad avere necessità di ricovero, sono per oltre due terzi pazienti che non hanno una copertura vaccinale adeguata.