Attualità

Bonus psicologo fino a 1.600 euro: a chi spetta e come ottenerlo

In arrivo il Bonus psicologo: si tratta di un aiuto economico per tutti coloro che, a seguito della pandemia, hanno sviluppato problemi di ansia e stress.

In arrivo anche in Italia il ”Bonus Psicologo”. Si tratta di un’iniziativa, voluta dalla Manovra 2022, che mira a dare supporto psicologico a tutte quelle persone che in seguito alla pandemia ancora in atto sono state vittime di ansia, depressione e malessere generale.


Ansia, stress, insonnia: gli effetti del lockdown sulla salute mentale


Bonus psicologo: perché?

Sono stati alcuni senatori a proporlo, con un emendamento alla Legge di Bilancio 2022 che prevede un contributo statale per le sedute presso una figura professionista della salute mentale, una sorta di incentivo, di supporto per chi ha bisogno di supporto psicologico, ma non detiene le sufficienti disponibilità economiche.

Risultano essere, infatti, di diversa intensità e caratteristica gli effetti di ansia e depressione sui soggetti dopo e durante ancora la pandemia ancora in atto, ma soprattutto durante i periodi di lockdown. Dei periodi duri, per ragazzi, giovani, donne, uomini e anziani, ritrovatisi soli a dover affrontare il tutto in isolamento per via delle restrizioni dettate dal governo.

Il presidente del Consiglio nazionale ordini degli psicologi, Davide Lazzari, ha dichiarato: ”Le persone che hanno disagi psicologici prodotti dalla pandemia in Italia sono milioni. Non li vediamo perché non vanno in piazza a protestare, perché questo è un dolore silente”. Il disagio psicologico riguarda il 30% delle persone in Italia. Una percentuale che riguarda tutte quelle persone che, per via dell’insufficiente disponibilità economica, non possono farsi aiutare in alcun modo.


Reddito di emergenza, arretrati in pagamento: proroga nel 2022?


Bonus psicologo: a chi spetta?

In corrispondenza ai bisogni di salute connessi all’emergenza epidemiologica da Covid-19, è stato istituito nello stato di previsione del Ministero della salute un Fondo denominato “Fondo salute mentale”, con una dotazione pari a 50 milioni di euro per l’anno 2022. 

Il fondo vuole dare la possibilità a tutti di superare i disturbi post-traumatici dettati dalla pandemia, quali: depressione, ansia, trauma da stress o di malessere, ripercussioni psicologiche generali. 

Con una previsione di un doppio stanziamento di fondi avremo:

  • 15 milioni di euro per un bonus avviamento;
  • 35 milioni per un bonus sostegno.

Inoltre, il bonus avviamento psicologico prevede un contributo fino a 15o euro, per tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, a cui non è stato diagnosticato alcun disturbo mentale e soprattutto che non ha avuto in precedenza alcuna agevolazione di questo tipo. Questi due dovrebbero essere gli unici due requisiti richiesti per poter essere beneficiario, dato che non è previsto alcun limite di reddito legato all’Isee.

Bonus sulla base del reddito ISEE

Per quanto riguarda il bonus fino a 1.600 euro, invece, la dichiarazione Isee è necessaria. In base all’Isee, dunque si avrà un bonus pari a:

  • 1.600 euro con Isee inferiore a 15mila;
  • 800 euro con Isee tra 15mila e 50mila;
  • 400 euro con Isee tra i 50mila e i 90mila.

In ogni caso, per poter usufruire di questo bonus è necessario aspettare prima la Manovra e poi il decreto attuativo del Ministero della salute.


Dalle bollette ai fondi per lo spettacolo: le prossime misure del governo