News Sicilia

Covid, in Sicilia contagi aumentati del 22%: il monitoraggio Gimbe

aumento contagi
Secondo il report settimanale della Fondazione Gimbe, negli ultimi giorni in Sicilia i contagi sarebbero aumentati del 22%: di seguito i dati ne, dettaglio.

In Sicilia, in quest’ultimo mese dell’anno, i casi di Coronavirus sono nettamente aumentati: come riporta la Fondazione Gimbe, che analizza l’andamento dell’epidemia, nella settimana dall’8 al 14 dicembre il numero di positivi è cresciuto del 22,3%.

Nonostante l’aumento dei contagi, si è ancora sotto la soglia di saturazione i posti letto in area medica (12%) e in terapia intensiva (6%) occupati da pazienti colpiti dal Covid-19.

Nell’Isola, solo 71,7% ha completato il ciclo vaccinale, un numero minore rispetto alla media nazionale, che è del 77,6%. A questi, però, bisogna aggiungere la percentuale di tutti coloro a cui è stata somministrata solo la prima dose, che sarebbe pari al 3,6%, rispetto al 2,9% della media in Italia.

Per quanto riguarda la terza dose, invece, la Sicilia è ancora indietro rispetto al resto d’Italia: 45,7% contro la media italiana del 61,4%.

I nuovi casi per 100.000 abitanti dell’ultima settimana sono così suddivisi per provincia:

  • Messina 172;
  • Caltanissetta 169;
  • Catania 165;
  • Trapani 147;
  • Siracusa 133;
  • Agrigento 114;
  • Enna 89;
  • Palermo 85;
  • Ragusa 68.