Attualità

Bonus idrico 2021, ultimi giorni per utilizzarlo: come richiederlo

Bonus idrico 2021
Bonus idrico 2021, fino a mille euro per spese legate al risparmio dell'acqua. Tutte le informazioni sull'interessante incentivo ormai in scadenza.

Bonus idrico 2021: fino a 1000 euro per interventi finalizzati al risparmio di acqua effettuati dall’1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Si tratta, quindi, degli ultimi giorni per poter procedere ai lavori. L’agevolazione, però, verrà erogata non prima di gennaio 2022.

I fondi disponibili stanziati dal Ministero della Transizione Ecologica sono pari a 20 milioni di euro e saranno ad esaurimento.

Bonus idrico 2021 requisiti

A chi spetta il bonus idrico 2021? Per richiederlo bisogna:

  • essere maggiorenni;
  • essere residenti in Italia;
  • essere titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale, nonché di diritti personali di godimento già registrati alla data di presentazione dell’istanza, su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Bonus affitto 2022: a chi spetta e come richiederlo


Bonus idrico 2021: per quali spese?

Il bonus idrico può essere erogato per le seguenti spese:

  • fornitura e posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
  • fornitura e installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto;
  • installazione di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, comprese le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Come fare domanda

La domanda per il bonus idrico 2021 dovrà essere presentata sul web attraverso la “Piattaforma bonus idrico“, accessibile previa autenticazione dal sito del ministero della Transizione Ecologica.

Per accedere sarà necessario lo Spid o la Carta d’Identità Elettronica.

La piattaforma non è ancora attiva e dovrebbe diventarlo a partire da gennaio 2022. Si precisa, infine, che il bonus idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del calcolo dell’ISEE.