Attualità

Modello registro verifica Green Pass: il PDF da scaricare

registro verifica green pass modello
Il "Modello registro verifica Green Pass" è un documento essenziale in azienda, da quando il Green Pass è diventato obbligatorio per accedere a tutti i luoghi di lavoro.

Il Green pass è diventato obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro a partire da venerdì 15 ottobre. I datori di lavoro, i dirigenti o gli incaricati sono tenuti ad effettuare la verifica della validità della Certificazione verde dei lavoratori.

Dopo aver effettuato le verifiche, è necessario segnare sul Registro Green Pass Lavoro alcuni semplici dati, come:

  • Data;
  • Nome;
  • Cognome;
  • Esito verifica;
  • Firma lavoratore.

Per risparmiare tempo, è già disponibile il “Registro Green Pass Modello”. Si tratta di un modello in PDF, che è facilmente scaricabile e utilizzabile come Modello Registro Green Pass in azienda:

Modello registro verifica Green Pass


Come effettuare la verifica del Green Pass

La verifica è obbligatoria, altrimenti sia il datore di lavoro che il dipendente possono rischiare sanzioni. Per questo, è opportuno verificare non solo la validità della Certificazione verde ma anche la correttezza dei dati essenziali.

La verifica può essere effettuata gratuitamente tramite l’app “VerificaC19”, disponibile su Appstore e Playstore. Inoltre, è vietato raccogliere i dati dell’intestatario in qualsiasi modo, per cui occorre solamente eseguire il controllo senza violare le norme della privacy.

Il Qr Code può essere scansionato sia nella versione digitale che quella cartacea e contiene:

  • Nome e cognome del lavoratore;
  • Validità del certificato;

Quando effettuare il controllo

I controlli possono essere eseguiti nei seguenti modi:

  • Se si ha un totem all’ingresso dell’azienda, il lavoratore dovrà esibire la Certificazione verde;
  • Incaricando una persona di eseguire il controllo all’ingresso dell’azienda su tutti i dipendenti;
  • Effettuando verifiche a campione che non siano inferiori al 30% della forza lavoro.

Nell’arco della giornata, si può effettuare la verifica a campione. E tutte le procedure possono essere estese anche ai lavoratori esterni, come i fornitori.

Cosa succede se il certificato non è valido

Il controllo con l’app “VerificaC19” può dare solo due tipo di esito: certificato valido o certificato non valido.

Nel secondo caso, se si riscontra la non validità del Green Pass di un lavoratore, questo viene ritenuto assente ingiustificato fino alla presentazione della certificazione. Se un’azienda ha meno di quindici dipendenti, dopo il quinto giorno di assenza, può sospendere il lavoratore per un periodo non superiore a dieci giorni.