Attualità

Green pass, da domani nuove regole: dove sarà obbligatorio

Green-pass
Green pass: sarà obbligatorio a partire da domani 1° settembre per alcuni mezzi di trasporto, e non solo. Di seguito i dettagli sull'estensione dell'uso.

Green pass: nuovi obblighi verranno introdotti domani, 1° settembre, ma quali? A partire dalle prossime ore, di fatto, soltanto mostrando la certificazione verde sarà possibile accedere in alcuni ambienti o usufruire di ulteriori servizi. 

Green pass a scuola e all’università

Il personale scolastico e universitario dovrà esibire la certificazione verde, per poter entrare nei luoghi di lavoro.

In realtà anche gli studenti universitari, per poter usufruire di numerosi spazi (per esempio le aule studio) e per svolgere gli esami in presenza dovranno essere in possesso di questo strumento. Per gli universitari sprovvisti dello strumento in questione dovrebbe scattare, al contrario, la Didattica a Distanza.


Green pass all’università: cosa è previsto per gli studenti sprovvisti


Green pass: il fronte trasporti

Cambiano le regole anche per vacanzieri e pendolari che si muovono all’interno dei confini italiani (in qualsiasi zona). La certificazione verde, di fatto, servirà per accedere e spostarsi con:

  1. aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;
  2. navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale  (costituiscono un’eccezione quelli impiegati per i collegamenti marittimi lungo lo Stretto di Messina);
  3. treni di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità;
  4. autobus che effettuino servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, su strada in modo continuativo o periodico e su un percorso che collega più di due Regioni. Questi dovranno presentare itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;
  5. autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente (esclusi quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale).

Per gli altri mezzi non è previsto l’obbligo di Green pass ma bisognerà comunque continuare a rispettare le misure anti-Covid imposte.

Certificazione verde: in quali altri luoghi è d’obbligo?

Da settimane è previsto, inoltre,  l’obbligo anche per l’accesso a:

-palestre e competizioni sportive;

-istituti e luoghi della cultura;

-centri benessere centri termali;

-parchi divertimento e centri sociali e ricreativi;

-sale da gioco, centro scommesse.

Infine servirà per consumare un pasto al tavolo (in luoghi al chiuso).

Per chi non è obbligatorio?

Ricordiamo che la certificazione verde non è obbligatoria per le seguenti categorie:

-i bambini che hanno un età inferiore ai 12 anni, che sono esclusi per età dalla campagna vaccinale;

-soggetti fragili, esentati per motivi di salute dalla vaccinazione (con idonea certificazione medica);

Fino al 30 settembre 2021, sarà possibile utilizzare le certificazioni di esenzione in formato ”cartaceo”, rilasciate a titolo gratuito.

 

Speciale Test Ammissione