News Sicilia

Sicilia, controlli nelle “zone arancioni”: fioccano multe in un Comune

controlli in zona arancione
Conseguenza dell'entrata in vigore della nuova ordinanza firmata dal presidente della regione Musumeci è certamente l'intensificarsi dei controlli da parte delle forze dell'ordine: numerose le violazioni registrate solo ieri.

La nuova ordinanza firmata dal Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, è entrata in vigore a partire dalla giornata di ieri, 24 agosto 2021. Le regole previste per i 55 Comuni siciliani oggetto dell’ordinanza possono essere riassunte in tre punti:

  • uso obbligatorio delle mascherine in tutti i luoghi al chiuso e in quelli all’aperto ove sono presenti più soggetti;
  •  divieto di assembramento nelle aree pubbliche;
  • per le attività di banchetto e per gli eventi privati, obbligo di tampone rinofaringeo per gli operatori e per i partecipanti non vaccinati nelle 48 ore antecedenti l’evento.

Conseguenza immediata dell’applicazione dell’ordinanza è stato l’intensificarsi dei controlli delle Forze dell’Ordine nei luoghi considerati più a rischio della Regione: le verifiche hanno permesso di scovare irregolarità.

Multe a Niscemi

In particolare, sono state sanzionate diverse persone a Niscemi, Comune che insieme a Barrafranca è stato sottoposto alle misure restrittive proprie della zona arancione.

Sono stati controllati, infatti, diversi esercizi commerciali: due bar sono stati multati, uno per aver permesso l’utilizzo delle slot machine, un altro per aver concesso il consumo all’interno dei locali.

Non solo, è stato multato il gestore di una palestra che si era rifiutato di chiudere i locali e, dunque, di rispettare l’ordinanza. Infine,un’ulteriore sanzione registrata è stata elevata a seguito dalla violazione del coprifuoco.

Speciale Test Ammissione