Catania

Etna, riparte l’attività eruttiva: esplosioni e grande nube di fumo

eruzione etna 14 luglio 2021
L' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo ha proveduto a segnalare l'attivittà vulcanica, che ha avuto inizio circa alle 10,30 di questa mattina

È ricominciata l’attività eruttiva dell’Etna. L’INGV già a partire dalle 10.30 di stamattina ha notato una ripresa, che in questi ultimi minuti continua a incrementare.

L’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha provveduto a segnalare un incremento dell’attività stromboliana in prossimità del Cratere di Sud Est, le cui sorgenti sono state localizzate ad una profondità di circa 2900-3000 m sopra il livello del mare.

L’ampia nube di fumo, scaturita in seguito all’eruzione, si è dispersa in direzione Nord Est e l’ampiezza media del tremore vulcanico verificato ha raggiunto dei valori alti e ha mostrato una chiara tendenza ad incrementare.

Le reti di deformazioni del suolo non hanno mostrato variazioni significative.