Catania

Etna, il Vulcano non si placa: ancora lava e cenere nella notte

eruzione Etna
Credits: INGV Vulcani
Riprende nella notte l'attività vulcanica dell'Etna: i dettagli del comunicato INGV.

A partire dalle ore 2:15 di questa notte, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, grazie all’utilizzo delle telecamere di sorveglianza, ha osservato la ripresa dell’attività vulcanica dell’Etna. 

Dalle 2:30 circa si è verificato un incremento dell’attività in questione, con caduta di cenere in direzione Nord-Est. Alle 2:55 l’attività stromboliana del Cratere di Sud-Est è passata a fontana di lava. L’attività esplosiva al Cratere di Sud-Est è terminata poche ore dopo, intorno alle ore 4.

La nube eruttiva dell’attività ancora in corso si propaga verso nord-est, l’ampiezza del tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo alle 3:20 successivamente ha risentito un decremento fino a raggiungere il livello medio.

La sorgente del tremore vulcanico si trova a circa 2900 metri sul livello del mare, le attività infrasoniche sono aumentate anche in ampiezza. Le stazioni della rete clinometrica hanno registrato diverse variazioni.

Rimani aggiornato