Catania

G20 a Catania, Pogliese: “È un’occasione, mostreremo le nostre bellezze”

g20 catania
Il G20 a Catania sarà un'occasione per ripartire, dopo le difficoltà degli ultimi mesi. Lo assicura il primo cittadino Salvo Pogliese: ecco cosa ha detto.

Nei giorni del 22 e del 23 giugno 2021, Catania ospiterà una delle tappe italiane del G20. Si tratta di due giorni importanti su Lavoro e Istruzione. Per il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, si tratta di un’occasione importante per la città di Catania, per ripartire dopo il periodo della pandemia.

“Ospitando la sessione Lavoro e Istruzione del G20, con Ministri e delegazioni diplomatiche di tutto il mondo – ha dichiarato in una nota il primo cittadino –, Catania si appresta a vivere, i prossimi 22 e 23 giugno, due giorni importanti. Un appuntamento che va ben oltre la ragione, seppure importantissima, dei confronti tra le rappresentanze dei governi delle maggiori potenze economiche e degli organismi internazionali. L’evento, infatti, segna anche simbolicamente la ripartenza della comunità etnea; quella luce in fondo al tunnel che in questi mesi di pandemia ha accompagnato la nostra speranza. 


Catania ospiterà il G20 sull’Istruzione: avrà sede ai Benedettini


Ritorniamo sulla scena nazionale e internazionale con una parte principale, grazie all’intuizione dell’ex ministra catanese Nunzia Catalfo. Un avvenimento che, ora più che mai, è un’occasione per uscire dall’angolo delle difficoltà di ogni genere che abbiamo dovuto affrontare fin dal nostro insediamento: il dissesto finanziario del Comune, una crisi economica spaventosa e, infine, le insidie del Covid. Avremo il privilegio, a nome di tutti i cittadini catanesi, di accogliere i ministri e le delegazioni internazionali nei luoghi dove si svilupperanno le strategie per due questioni fondamentali per il pianeta: l’importanza della scuola e l’inserimento fruttuoso dei giovani nel mondo del lavoro.

Ai loro occhi e a quelli della stampa internazionale, mostreremo le bellezze di una Città che, ne siamo certi, rimarrà impressa nel loro cuore, che li trasformerà inevitabilmente in <> dei nostri tesori. Il Monastero dei Benedettini, con la splendida biblioteca comunale Ursino Recupero che ospiterà i lavori di assemblea e gli incontri bilaterali; Piazza Duomo e Palazzo degli Elefanti con le sue bellezze, per un momento conviviale; le magnificenze del nostro Teatro Massimo Bellini e la sua meravigliosa acustica. Catania riparte da qui.


G20 a Catania, divieti di sosta e fermata in parte della città: ecco dove


L’occasione del G20 ci consente di mostrare una città che ha le carte in regola, per sviluppare la vocazione che le è propria, di essere meta di un turismo che ricerca arte e cultura, oltre che sole e mare, che finalmente può riprendere la marcia interrotta un anno e mezzo addietro. Ai prestigiosi ospiti mostreremo, con la sobrietà che la circostanza richiede, la storia del popolo catanese e della resiliente capacità di vincere contro ogni avversità; i terremoti e le eruzioni ma anche le guerre e le pandemie. Siamo portatori di una storia che con protezione della Martire Agata, dura da millenni. Che interpretiamo con l’orgoglio e la coscienza, che scrivere nuove pagine della gloriosa storia di Catania dipende solo da noi”.